LECCE – Con la sentenza del Tar di ieri il gruppo Fratelli d’Italia acquisisce un nuovo consigliere, il giovane Giorgio Pala. Ora il Congresso provinciale del 28 ottobre avrà un sapore diverso: la presenza del partito di Giorgia Meloni a Palazzo Carafa si rafforza, anche se il centrodestra sta attraversando un periodo di sbandamento. È una fase di grandi cambiamenti ed è possibile che anche nel centrodestra leccese mutino le leadership. I partiti hanno nuovi protagonisti: ad esempio, Giordano e Pala sono due novità per Fratelli d’Italia. “La decisione dei giudici del Tar che hanno accolto il ricorso avverso l’assegnazione del premio di maggioranza come deciso dalla Commissione Elettorale ripristina di fatto le regole democratiche all’interno dell’Amministrazione Comunale – esulta il capogruppo Michele Giordano – I giudici amministrativi hanno rimesso le cose al loro posto ristabilendo un principio di equità legittimato dal chiaro consenso elettorale che aveva premiato al primo turno la coalizione di centrodestra grazie al 52 per cento dei voti ottenuti.

Per questo l’ingresso in Consiglio Comunale di Giorgio Pala rappresenta il giusto riconoscimento ad un partito, Fratelli d’Italia, che ha contributo in maniera significativa a raggiungere questo risultato elettorale.
Ora si apre una nuova fase politica, ma per noi l’obiettivo non cambia: continueremo a lavorare solo e soltanto nell’interesse dei cittadini leccesi”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.