SURBO (Lecce) – Dopo il sequestro scatta la confisca per i beni del 58enne Fernando Persano, di Surbo, recentemente condannato – con sentenza irrevocabile – per associazione di tipo mafioso e noto alle forze dell’ordine per numerosi reati, che vanno dall’emissione di assegni a vuoto al contrabbando di sigarette, dal furto e dalle rapine alla ricettazione, all’usura e all’estorsione.

Il provvedimento, emesso dalla prima sezione penale del Tribunale di Lecce lo scorso 31 ottobre, è stato eseguito venerdì scorso dagli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Lecce, in seguito alla proposta della misura di prevenzione patrimoniale, avanzata dal Direttore della Dia, quale risultato di articolate e complesse indagini patrimoniali, volte all’aggressione dei patrimoni illeciti accumulati dal 58enne e dai suoi familiari.

Tra i beni confiscati, i sigilli sono scattati a quattro immobili, due veicoli, quattro conti correnti, un deposito a risparmio e di un bar, per un valore complessivo di oltre 300mila euro.

CONDIVIDI