LECCE – L’insolito viavai di giovani da quella casa nel centro storico di Lecce non ha fatto altro che insospettire i carabinieri che, nella giornata di ieri, hanno deciso di andare a fondo alla vicenda, bussando alla porta dell’appartamento ed avviando una minuziosa perquisizione domiciliare. Le sorprese non sono affatto mancate: all’interno, infatti, la proprietaria aveva allestito un piccolo bazar, dove trovare cocaina, hashish e marijuana.

In manette è finita la 25enne leccese Ludovica Longo, arrestata in flagranza di reato dai carabinieri del Norm della Compagnia di Lecce, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto della giovane è scattato nel pieno centro della città, nel corso di un servizio di controllo del territorio, finalizzato a prevenire qualsiasi tipo di reato. L’attenzione dei carabinieri, come detto, è stata attirata da un continuo andirivieni di giovani da una palazzina. E così, sospettando che in quella casa qualcuno vendesse droga, i militari sono passati in azione.

I dubbi degli investigatori erano fondati: all’interno della casa della 25enne, infatti, sono spuntati 36,2 grammi di cocaina già confezionata in dosi, 166 grammi di erba “Skunk”, nonché 107 grammi di hashish. Oltre ad un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi e alla somma contante di 1.798 euro, in banconote di vario taglio.

La giovane è stata così arrestata ed accompagnata presso la casa circondariale di Lecce, mentre la droga e tutto il materiale rinvenuto sono stati sequestrati.

CONDIVIDI