LECCE – L’Associazione “Progetto Demoni” dà il via alle attività de “La rivoluzione dei libri – gruppi segreti per la rieducazione degli adulti”, nell’ambito del programma di “Lecce città del libro 2017” promosso dal Comune di Lecce.

Essendo ormai la lettura una pratica sempre più elitaria e marginale nella nostra società, Progetto Demoni ha provato a immaginare i lettori di oggi come dei veri e propri rivoluzionari, pronti a conquistare alla causa nuovi sostenitori.

Sulla scia dei lettori esuli di “Fahrenheit 451” che imparavano a memoria i libri perché non andassero perduti, o delle cinquine sovversive dei “Demoni” di Dostoevskij, l’idea è quella di formare dei gruppi segreti che si riuniranno nelle case per leggere ad alta voce.

Questa piccola “rivoluzione” sarà sostenuta dalle Edizioni E/O che metteranno a disposizione gratuitamente alcuni libri del loro catalogo.

La rivoluzione inizia andando a scovare i lettori ribelli nelle scuole superiori delle periferie di Lecce con dei brevi laboratori teatrali rivolti agli studenti.

Si parte lunedì 15 gennaio al Liceo Virgilio Redi per poi proseguire martedì 16 gennaio all’Istituto Professionale Scarambone, mercoledì 17 all’Istituto Tecnico e Industriale Adriano Olivetti e sabato 20 all’ Istituto Tecnico Grazia Deledda.

Al termine di queste “giornate di reclutamento dei ribelli” verranno scelti dei capi che dovranno formare piccoli gruppi pescando tra le loro conoscenze.

I gruppi coinvolgeranno persone di età diversa per creare un ponte tra le generazioni perché “a furia di separarci per età … siamo divenuti tutti orfani… Stiamo male perché ci manca l’altro, cioè la possibilità di incontro e scoperta, perché fra pari e fra simili alla lunga si regredisce, perché non c’è evoluzione in quanto tutto è confermativo e quindi consolatorio, non c’è dialettica e occasione di crescita personale.” (Stefano Laffi)

I gruppi si riuniranno in case private il pomeriggio a merenda per leggere alcuni testi e scegliere dei frammenti da regalare alla città.

Questi frammenti saranno trasformati in micro audio-libri e disseminati tramite QR code in diversi punti della città, lungo le strade che portano dalle scuole di periferia al centro storico.

Qui, al Teatro Paisiello, il 27 marzo, durante un incontro pubblico, i gruppi segreti si sveleranno alla città e si confronteranno con Piergiorgio Giacché (antropologo), Stefano Laffi (ricercatore sociale), Nicola Villa (Rivista Gli Asini) e Antonella Agnoli (assessore alla cultura del Comune di Lecce) sul tema “Crisi e lost generation”.

Infine, alle 21, andrà in scena lo spettacolo “Lost generation” di Alessandra Crocco e Alessandro Miele.

Chi fosse interessato a dare il suo contributo alla “Rivoluzione dei libri” può scrivere una mail a progettodemoni@gmail.com.

 

 

CONDIVIDI