“La Privacy così come l’abbiamo conosciuta, è finita”: questo il commento  di Andrea Violetti, Presidente AIP-ITCS, al termine del pomeriggio romano organizzato da Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori) e ISES(Istituto Europeo per lo sviluppo socio economico) e con la partecipazione di AIP (Associazione Informatici Professionisti)

 Il workshop “Awareness raising on children’s privacy protection”, tenutosi nella giornata di ieri, presso l’Hotel Nazionale, in Piazza di Monte Citorio a Roma, ha visto altresì la presenza del Professor Francesco Pizzetti, Presidente dell’Autorità Garante per la Privacy e dell’Avvocato Carlo Rienzi, Presidente del Codacons.
L’Autority Italiana, incitata dal Presidente del Codacons, ha esordito con una vera e propria lezione sul diritto alla privacy, sostenendo due tesi principali: in primis ha ribadito che, come tutti i diritti, la privacy non è un diritto assoluto e deve essere mediato con altri diritti della persona, in secondo luogo ha sottolineato come le norme attuali, nazionali e internazionali, siano insufficienti a regolamentare e gestire le problematiche relative al diritto alla riservatezza e alla tutela di tutto ciò che concerne la propria vita privata ed i propri affari.
I dati delle ricerche sul tema presentate da Zita Ceponyte, Presidente dell’Associazione Consumatori Lituana e dal Dott Carmine Falanga di Ises, hanno portato valore aggiunto al dibattito con la folta platea di avvocati e professionisti, particolarmente interessati al tema scottante della protezione della privacy dei minori in rete.

La conclusione secondo le ricerche presentate è stata unanime: gli adolescenti ed i ragazzi  sono consapevoli di alcuni rischi dovuti alla loro presenza in rete, e assegnano il compito ad insegnanti e genitori, di provvedere alla loro formazione formale ed informale, al fine di aumentare ulteriormente la loro consapevolezza e la loro preparazione tecnico/culturale al grande strumento tecnologico quale è “internet”.
Al termine della giornata il moderatore,  Avvocato Gianluca Di Ascenzo, Vice Presidente del Codacons, ha presentato il Professor Marco Marcellini, membro AIP e docente presso l’Università di Siena, autore della recente pubblicazione “Internet a misura di bambino”: una guida per genitori ed insegnanti volta a padroneggiare con sicurezza a cautela il mezzo internet e per acquisire un linguaggio adeguato, al fine di comunicare in maniera ottimale e consapevole con i propri figli o studenti.
Il Presidente AIP, Andrea Violetti, ha commentato “La Privacy è un processo e non esisterà mai una legge, un software o uno standard che ci potrà regalare la soluzione definitiva” ed ha concluso con un monito: “Piuttosto che attendere il giorno in cui qualcuno penserà di trovare ad una soluzione efficace, consiglio un po’ a tutti di studiare e documentarsi, per capire come i servizi e gli strumenti attuali se ben usati possono già fornirci delle risposte in termini di sicurezza, e per comprendere come le potenzialità positive della rete sono direttamente proporzionali ad un uso intelligente e consapevole della stessa.”
AIP, l’Associazione Informatici Professionisti, nota anche come ITCS (Italian Computer Society) presente in Italia e federata a livello europeo al CEPIS (www.cepis.org) è la maggiore organizzazione nazionale di categoria per la professione informatica, fortemente integrata nella riforma del sistema professionale. L’organizzazione che si pone il fine di promuovere e migliorare elevati standard tra i professionisti dell’informatica, nella convinzione dell’importante impatto che l’informatica esercita sugli impieghi, sulle attività produttive e sull’intera società.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 4 =