seminario i love meOSTUNI/SURBO – Un seminario per imparare “ad amarsi”. Un momento di incontro particolare ed unico, un “assaggio” con le informazioni utili ad effettuare scelte in piena libertà: è questo l’obiettivo del primo seminario “I Love Me”, dedicato alle persone, alla loro salute ed alla consapevolizzazione, organizzato dall’associazione culturate Symbios, in collaborazione con Astra Innovation e col formatore e mental coach Mauro Benelli.

In un momento di particolare confusione, come quello che stiamo vivendo, occorrerebbero più certezze; un esempio?Sappiamo cosa sia veramente la “Dieta mediterranea”? Conosciamo i valori nutritivi di ciò che mangiamo? Sappiamo cosa ci fa ingrassare, cosa aumenta il colesterolo, cosa provoca le intolleranze alimentari? Alimentazione, ma non solo, nei programmi presentati dall’associazione.

L’appuntamento è fissato per sabato 5 dicembre, presso la biblioteca comunale di Ostuni in via Francesco Rodio. Durante il seminario (start ore 17.30) interverranno il presidente Symbios Tiziano Nobile, il mental coach Benelli, la biologa Simona Carlà, l’associato Azienda Olivotto Massimo Gaetani. Saranno presenti anche il sindaco di Ostuni e il primo cittadino di Surbo, città che ospiterà l’edizione successiva del congresso.

Symbios è un’associazione culturale e di promozione sociale, che nasce da un gemellaggio tra Piemonte e Puglia, abbracciando idealmente tutto lo Stivale. L’associazione guarda alla cultura, alla salute, al tempo libero, con particolare attenzione alle realtà locali dedite principalmente al mondo dell’agricoltura, dell’artigianato e del piccolo turismo, ovvero ciò che rappresenta da sempre il tessuto economico e sociale su cui poggiano le fondamenta del nostro Paese. Il sogno nel cassetto di Symbios è quello di una civiltà attenta agli sprechi, ad un migliore investimento del tempo, che impari davvero a conoscere e usare al meglio le risorse disponibili. L’importanza di essere informati e consapevoli farà sì che ognuno possa fare delle scelte in piena libertà, ritagliandosi un ruolo importante nella società, producendo soprattutto un effetto: dalla consapevolezza possono nascere “persone nuovo per un mondo nuovo”.