Rubavano energia elettrica, in tre nei guai

BOTRUGNO (Lecce) – Avevano completamente smontato il contatore dell’energia elettrica all’interno delle loro abitazioni perché utilizzavano l’illuminazione pubblica: tre operai di Botrugno di 61, 42 e 33 anni sono stati denunciati per furto aggravato di energia elettrica in concorso, dai carabinieri della locale stazione.

Forse pensavano di poterla fare franca senza però considerare che il loro trucchetto sarebbe stato scoperto. I carabinieri di Nociglia con il supporto dei tecnici Enel hanno verificato che i tre avevano eliminato dalla propria abitazione il contatore perché utilizzavano la corrente pubblica. Il danno stimato è di circa mille euro.