LECCE – “Le discussione che si è aperta in merito al decreto ministeriale del 13 febbraio 2018, emanato dal Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 6 aprile 2018, n.80, con il quale si definiscono le misure fitosanitarie per prevenire e contenere la diffusione dell’organismo nocivo Xylella fastidiosa, non può lasciare il Comune di Lecce indifferente, consapevole del patrimonio extra urbano che caratterizza la nostra città”. Lo dichiara il Consigliere Gaetano Messuti.

“Proprio questa attenzione – prosegue – mi porta all’esigenza di valutare con estrema attenzione la posizione assunta dal Sindaco Salvemini, al fine di arricchire il campo delle conoscenze sul tema, onde poterle raffrontare al fabbisogno ed esigenze del nostro territorio. Credo che i cittadini e gli imprenditori che operano nel panorama agricolo, abbiano bisogno di indicazioni chiare e ferme e soprattutto di condividerle grazie ad un ragionamento che solo un confronto aperto con una delegazione tecnica può fornire.

Alla luce di queste considerazioni ho chiesto supporto ai colleghi consiglieri Antonio Finamore, De Benedetto Federica, Monticelli Cuggiò Bernardo, Battista Luciano, Pala Giorgio, Caló Paola, Pasqualini Luca, i quali hanno da subito condiviso l’idea, per protocollare una richiesta di consiglio comunale monotematico, dal titolo ‘Incidenza epidemiologica tumorale e cronica, riveniente sul nostro territorio in seguito all’attuazione del Decreto Martina‘, durante il quale possano prendere parte le massime autorità regionali, le autorità medico scientifiche ed i sindaci dei comuni contermini e la deputazione del grande salento ed insieme tutti delineare la linea da percorrere nella tutela della salute dei nostri concittadini.