LECCE – L’Azione Cattolica diocesana e l’Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro raccolgono la sfida – lan­ciata da Papa Francesco e ribadita più volte dalla Conferenza Episcopale Italiana – della formazio­ne delle coscienze dei laici cattolici ai temi propri dell’impegno sociale e politico.

“La credibilità di ogni cristiano nello sforzo continuo di essere ‘luce e sale’ della terra – ha detto l’arcive­scovo Michele Seccia che ha fortemente desiderato e promosso l’avvio di questo nuovo cammino in diocesi come ha anche sottolineato nella Lettera Pastorale ‘Ascolta, popolo mio’ – si gioca non solo sulla fede, dalla quale deve essere alimentata, ma soprattutto sulla testimonianza. Formare nuove gene­razioni di uomini e donne alla politica è compito della comunità cristiana che è composta da cittadini liberi e non inconsapevoli. Per questo, partiamo per questo viaggio diretto verso l’educazione di nuovi testimoni che sappiano operare secondo la vita buona del Vangelo anche nei partiti, nei movimenti civici, nei gruppi politici e in tutte le Istituzioni cui il consenso democratico potrà farli approdare”.

“È doveroso, perciò – ha concluso l’arcivescovo – ringraziare gli amici dell’Azione cattolica e gli animato­ri dell’Ufficio di pastorale sociale guidati da don Nicola Macculi che si sono dedicati con passione e coraggio alla realizzazione di un progetto che certamente produrrà frutti buoni”.

Dopo un lavoro preparatorio, portato avanti negli scorsi mesi, di animazione territoriale, svolto nelle quattro vicarie della diocesi attraverso il coinvolgimento di persone a vario titolo impegnate nelle parrocchie, nella scuola, nell’università, nel mondo del lavoro, nella pubblica amministra­zione, partono le lezioni della Scuola di Formazione Politica, significativamente denominata “Per una Politica educata”, che si strutturerà in tre cicli.

Il primo ciclo, dal titolo “La Parola e la Politica”, si svilupperà in quattro incontri che condurran­no i partecipanti alla radice evangelica, dottrinale e storica dell’impegno dei cattolici in politica, accompagnati da relatori di grandissimo spessore culturale e spirituale.

“‘Essere nel mondo ma non essere del mondo’: il cristianesimo paradossale della Lettera a Dio­gneto”, è il titolo della prima lezione del primo ciclo che si terrà Venerdì 8 marzo e sarà tenuta da Marco Rizzi, docente di Letteratura Cristiana antica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Il calendario di tutte le lezioni del primo ciclo nella locandina allegata.

Tutti gli incontri si terranno presso la Sala Conferenze del Convitto Palmieri, in Piazzetta Car­ducci, a Lecce, alle ore 19:00.

La Scuola di Formazione, poi, vivrà nel corso dell’anno altri due cicli: “La Politica e le Istituzioni”, con tre incontri previsti per il mese di maggio, e “La Politica e le sue Sfide”, con quattro incontri nel mese di ottobre.

L’iniziativa ha il patrocinio della Provincia di Lecce ed è svolta in collaborazione con l’Istituto di Scienze religiose “don Tonino Bello”. Media partener, Portalecce.