Foto Michel Caputo

di Flavio De Marco

Non sono stati solo tre punti pesanti, non c’è stata solo la ripresa della marcia leccese, non solo la tifoseria e tutto l’ambiente ha avuto la propria “rivincita”, la gara contro il Foggia, a mio avviso, è andata ben oltre il semplice confronto sportivo. La Mantia e compagni hanno fatto saltare un coperchio che conteneva una pentola a pressione. Crisi societaria, penalizzazione ed altre disavventure in casa rossonera. I tanti calci subiti durante il match dai calciatori leccesi denotavano già un’ atmosfera poco tranquilla. Il tutto poi è degenerato con i fatti di cronaca che abbiamo raccontato anche noi, ai danni dei giocatori e dei dirigenti foggiani. Un momento, quindi, in cui il coperchio è saltato ed il derby è stato il detonante.

Nella vicenda che incrocia il destino del Lecce e Padalino, c’è anche l’esonero di questo, ritenuto non più utile alla causa dei satanelli. Insomma una punta di “tragicità” in senso greco non guasta in questo campionato dove il Lecce è protagonista.