LECCE – Alla vigilia del Mercoledì delle Ceneri, l’arcivescovo Michele Seccia – che domani
alle 18 presiederà in cattedrale l’eucaristia con il Rito dell’imposizione delle ceneri – ha diffuso il suo breve videomessaggio all’inizio della Quaresima.

Anche questa volta monsignor Seccia – come già fatto all’inizio dell’Avvento, altro ‘tempo forte’, e come succede in occasione delle solennità liturgiche come il Natale o
il primo dell’anno o per altre giornate significative della vita diocesana – ha scelto
Portalecce, il portale diocesano dell’informazione e la sua web tv con la rubrica
curata dallo stesso arcivescovo, “Collaboratore della vostra gioia”, per inviare alla
Chiesa di Lecce il Messaggio per la Quaresima 2019.

“Inizia un tempo – ha detto mons. Seccia nel videomessaggio – che
Dio ci dona per camminare nella certa speranza dell’incontro con Lui e della sua
vittoria sulla morte e sul peccato. Cioè della sconfitta di tutto ciò che ha le sembianze del fallimento ma che è, invece, un’esperienza di ri-generazione”.

“L’uomo ri-nasce – prosegue l’arcivescovo – se riconosce la propria fragilità e volge
gli occhi alla croce. Dalla comune condizione di fragilità, se egli guarda alla croce,
avrà la certa speranza che Cristo è vittorioso anche sulla fragilità dell’uomo”.
“Ciascuno di noi – ha concluso – può essere vittorioso come Lui se accetta e vive la
Quaresima come tempo di ‘allenamento’ dello spirito. Un allenamento alimentato
dalla fede che deve preparare ogni cristiano alla speranza della risurrezione”.