Foto Michel Caputo

di Flavio De Marco

Chissà se quando ci sono troppi ingredienti in una pentola, la stessa possa implodere. Nesta e Liverani, amici, fenomeni del calcio giocato, oggi si confrontano. Due schemi in fase di comparazione, entrambi votati al bel calcio, non certo il calcio dei “ragionieri” o degli “impiegati”, ma, un calcio aperto, spettacolare e pirotecnico. Il punto è che entrambi hanno questo atteggiamento e, forse, come detto in principio, la partita potrebbe giocarsi sull’equivalenza. Oppure potrà decollare lo show.

Tutti e due ex Lazio, tutti e due allenatori in rampa di lancio per palcoscenici più illustri: Liverani, però, non ha Lucioni e in difesa dovrà chiamare a sé il giovane e talentuoso Riccardi. Una emergenza di non poco conto se si considera che ai giallorossi servono punti per auspicare una cavalcata trionfale, viceversa si penserà al miglior piazzamento play-off. Alle ore 21, dunque, una partita tra amici, Liverani e Nesta, tra virtuosi del “pallone”, tra “sognatori” del futuro del calcio italiano.