LECCE – Il derby tra avvocati se lo aggiudicano gli uomini di mister Cannito che hanno la meglio sui colleghi di Barletta. La partita è di quelle vere, tra due compagini che dimostrano organizzazione tattica e tenuta atletica. Partono bene i leccesi che davanti possono contare su un tridente forte e collaudato rappresentato dal bomber Caraccio, il numero dieci Maci e il centravanti Petruzzella. Nonostante i tre davanti e la sapiente regìa a centrocampo di Pellegrino e Dell’Anna sono i Barlettani a creare qualche grattacapo in contropiede a capitan De Cillis, che deve ricorrere a tutta la sua esperienza per sventare le incursioni avversarie. Ritmi alti e continui capovolgimenti di fronte accompagnano le due squadre verso l’epilogo del primo tempo con il risultato fisso sullo 0-0. Così sembrerebbe, ma ci pensa Caraccio a sbloccare il risultato proprio allo scadere della prima frazione di gara battendo il portiere avversario e facendo rientrare i suoi negli spogliatoi in vantaggio di una rete.

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo con le due squadre a darsi battaglia senza risparmiare energie. Il match infatti continua a proporre lo stesso copione, con ritmo e agonismo a farla da padroni. Gli animi iniziano a diventare quantomeno tiepidi e Petruzzella dice quella parola di troppo che il direttore di gara non perdona e gli sventola in faccia il secondo giallo. In superiorità numerica gli avvocati di Barletta ci credono ancora di più e sugli sviluppi di un calcio d’angolo raggiungono il pareggio con Bruno. Non succede quasi nulla sino al termine, tranne un paio di interventi dubbi ai danni di David Caraccio in area avversaria. La fine dei tempi regolamentari da il via alla lotteria dei calci di rigore. Una serie infinita che arriva sino al decimo rigore per parte, quando Corvasce sbaglia e Maci trafigge Martire spedendo gli avvocati di Lecce in semifinale che si terrà venerdì alla Heffort Sport Village di Parabita contro la squadra dei fisioterapisti.

Nelle partite disputate alle ore 21.00 escono vincitori gli avvocati di Pescara che si impongono per 2-0 sui commercialisti e la squadra dei fisioterapisti che ha la meglio sugli architetti per 3-2.

Tabellino:

Avvocati Lecce: De Cillis, Speraddio, Suez, Maci, Gabellone, Dell’Anna, Pellegrino, Cursano, Maci, Caraccio, Petruzzella. Marulli, Conte, Gigante, Massari, Miccoli, Piccigallo, Greco, Spiri, Fasano.

Avvicati Barletta: Martire, Barletta, Orofino, Bruno, Sfregora, Mosca, De Luca, De Luca, Coviello, Barletta, Castagnaro. Corvasce, Monterisi, Corlianò, Vivo, Pasceri.

Piez