Ricoverati in fin di vita, il conducente: “Non ero ubriaco” e torna in libertà