LECCE – In occasione della campagna abbonamenti itinerante dell’US Lecce per il prossimo campionato di serie A, la dirigenza della squadra leccese ha deciso, anche quest’anno, di fare tappa al Circolo Tennis Maglie che, da molti anni, ha la propria squadra maschile in serie A1, il massimo campionato di tennis nel quale giocano i top mondiali come Fabio Fognini,  Matteo Berrettini, Marco Cecchinato, Lorenzo Sonego, Andreas Seppi e tanti altri.

Per l’US Lecce è ormai consuetudine andare al Circolo Tennis Maglie perché qui la squadra giallorossa sente il calore del Salento, la grande partecipazione della dirigenza del circolo, dello staff e di tutti i soci. Anche per un po’ di scaramanzia. Infatti, ogni volta che è si è fatta tappa a Maglie, il Lecce è stato promosso, dalla C alla B e dalla B alla A.

Tra le eccellenze sportive il CT Maglie e l’US Lecce dominano, indiscutibilmente, il panorama tennistico e calcistico pugliese e salentino, perché militano nella massima serie dei loro campionati.

Per il presidente del CT Maglie, Carlo De Iaco: “Queste due eccellenze vengono da molto lontano, Vengono dal più grande uomo sportivo che sia mai vissuto in questa provincia, l’ingegnere Mario Stasi che designò suoi eredi Ernesto Sticchi Damiani, padre dell’attuale presidente Saverio, e me. Perché riteneva che la nostra passione per i giovani e le capacità organizzative, fossero l’ideale per Lecce e per Maglie. Spero che ora sia contento dei risultati finora ottenuti. Naturalmente c’è da fare i complimenti a Saverio per aver compiuto un vero miracolo”.

Il presidente dell’US Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha ringraziato il presidente De Iaco per l’ospitalità e il calore ricevuto dal circolo magliese. Sticchi Damiani ha sottolineato come i risultati finora ottenuti siano il frutto di un proficuo lavoro di squadra, svolto in tutti questi anni, da tutti la dirigenza, dai soci e dallo staff, un lavoro di squadra che non è facile ritrovare in altre società ma che ha permesso al Lecce di arrivare dalla serie C alla serie A in brevissimo tempo. “Abbiamo lavorato e continuiamo a lavorare duramente però oggi ci godiamo la festa di vedere questo circolo così attivo, circondati dai ragazzi che indossano le magliette con il nostro logo che è un’altra delle nostre scommesse. Un marchio prodotto dall’US Lecce in partnership con le varie scuole di calcio, un’altra idea per coinvolgere tutto il territorio”.

L’onorevole europarlamentare, Raffaele Fitto, si è complimentato con il presidente Sticchi Damiani per un successo dovuto alla programmazione tecnica. “Quando Saverio si è cimentato in questo nuovo compito, l’ho osservato con molta curiosità perché era una sfida non semplice. Io penso che la migliore cosa che si possa dire sia che, con una intelligente programmazione, senza investimenti pazzeschi ma grazie a un gioco di squadra, si sono raggiunti risultati che rappresentano un modello alternativo a tante altre società di calcio. A me fa molto piacere essere qui perché l’associazione di queste due eccellenze, del tennis e del calcio, rappresenta un bel messaggio sia perché i valori e l’impegno sono comuni, sia perché rappresentano un modello che possa lanciare un messaggio ai giovani, che sia per loro un modello positivo. E di questo dobbiamo ringraziare le due associazioni che danni ai giovani queste opportunità”.

Il sindaco di Maglie, Ernesto Toma, si è soffermato sull’aspetto legato alle ricadute d’immagine che contribuiscono al marketing territoriale. “L’auspicio è che gli enti a noi sovraordinati ce lo riconoscano al più presto perché essere eccellenza non significa solo raggiungere grandi traguardi nello sport ma anche sostenere grossi sacrifici anche a livello economico”.

Per il direttore sportivo del Circolo Tennis Maglie, Antonio Baglivo: “La presenza dei massimi dirigenti dei due sodalizi sportivi più importanti, della provincia e della regione, indica chiaramente che la buona programmazione, l’esperienza, le capacità e la serietà alla lunga pagano. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il Lecce Calcio, che ha conquistato la serie A con una cavalcata impressionante entusiasmando tutto il Salento calcistico, e il Circolo Tennis Maglie, che da tantissimi anni milita nel massimo campionato tennistico italiano e che, con gli straordinari risultati ottenuti, ha fatto parlare di se tutta l’Italia tennistica. Tenendo presente inoltre che, oltre alla squadra di serie A1, il nostro circolo compete anche nelle altre massime competizioni a squadre nazionali, serie B e serie C, e che caso più unico che raro nel panorama tennistico italiano, dopo la conquista della serie A2 con la seconda squadra, vincendo a mani basse il campionato di serie B, si è dovuto chiedere alla federtennis di rinunciare al campionato acquisito e continuare la propria avventura nel campionato di serie B.

Tutto ciò per il cambio di date deciso dall’ufficio organizzativo che faceva giocare i due campionati, A1 e A2, negli stessi giorni. Infine – conclude Baglivo – il nostro circolo si contraddistingue, sia su scala nazionale che internazionale, per le manifestazioni di altissimo livello che organizza stabilmente da tantissimi anni quali il torneo internazionale Under 12, la Fed Cup Junior Under 18 e, negli anni passati, anche la Coppa Davis Junior Under 16. Non dimentichiamo l’evento storico per eccellenza, l’organizzazione della semifinale mondiale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca, con la presenza Francesca Schiavone, Silvia Farina, Flavia Pennetta, Roberta Vinci e capitanate da Corrado Barazzutti”.

Le amministrazioni locali e i politici salentini devono rendersi conto del potenziale economico, come ricaduta sul territorio, che hanno queste due eccellenze che vanno a sommare il movimento calcistico e quello tennistico, rispettivamente al primo e al quarto posto come popolazione coinvolta.