TAVIANO (Lecce) – La parte destra dell’auto si è quasi disintegrata nell’impatto contro il muro di cinta. Tant’è che se ci fosse stato qualcuno accomodato al posto del passeggero, quasi certamente si sarebbe verificata una tragedia.

Prosegue con un nuovo terribile sinistro la domenica nera sulle strade del Salento. L’ennesimo incidente, che segue quelli avvenuti in mattinata ad Acaya e Ugento, si è verificato intorno alle 15 sulla strada provinciale che collega Taviano a Matino. Alla guida della Fiat Uno che è andata a schiantarsi, un 18enne che rientrava a casa da lavoro.

Per cause ancora da chiarire, il giovane avrebbe sterzato all’improvviso mentre percorreva la provinciale proprio all’altezza del recinto dell’abitazione. L’impatto deve essere stato molto violento:  la fiancata destra dell’auto è andata a scontrarsi contro la parte angolare della recinzione.

Il 18enne è rimasto incastrato nelle lamiere deformate del veicolo, da cui è stato liberato dai vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, prima di essere affidato ai sanitari del 118.

Trasportato d’urgenza all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove è rientrato in codice rosso, il giovane è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso. I medici gli hanno riscontrato diverse fratture e una lesione profonda alla lingua, in fase di valutazione. Sul posto le forze dell’ordine per i rilievi.