MONTERONI (Lecce) – E’ uscito da casa per fare una delle sue solite passeggiate, ieri mattina. Da allora di Vittorio Quarta, 80enne di Monteroni di Lecce, si era persa ogni traccia.

Si sono concluse questa mattina le ricerche a tappeto dell’anziano, la cui improvvisa scomparsa aveva gettato nell’ansia parenti ed amici. Un ritrovamento che è stato possibile grazie al piccolo Andrea, un bimbo di sei anni che casualmente l’ha avvistato ed ha lanciato l’allarme.  

I familiari, non vedendolo rincasare ieri all’ora di pranzo, hanno pensato al peggio ed hanno subito chiesto aiuto. Immediato è partito l’appello sui social network, corredato dalla foto dell’80enne, e anche la denuncia di scomparsa che ha dato il via alle ricerche, sporta presso la caserma dei carabinieri di Monteroni di Lecce.

Da quel momento ha avuto inizio la corsa contro il tempo per rintracciare l’anziano. Nel pomeriggio di ieri i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce hanno cominciato a setacciare il territorio, attivando contestualmente l’unità di comando locale per coordinare al meglio le ricerche.

Accanto ai caschi rossi, in campo anche con le unità cinofile, un dispiegamento di forze costituite da carabinieri, agenti di polizia locale e squadre di volontari della protezione civile, tutti a lavoro fino al calar della notte.

L’urgenza di ritrovarlo era altissima, poiché l’80enne è diabetico e, come tale, insulinodipendente. La lunga assenza da casa, senza poter mangiare e senza medicine, poteva essergli davvero fatale. Ma fortunatamente la svolta positiva è arrivata in mattinata.

Dopo una breve interruzione dovuta al maltempo, le ricerche sono ricominciate a tamburo battente alle prime luci del mattino e sono andate avanti fino alle 11, quando l’anziano è stato ritrovato. Era infreddolito, affamato, ma stava bene.

Il merito va tutto al piccolo Andrea, un bimbo di sei anni, che, richiamato dal rumore degli elicotteri impegnati a setacciare dall’alto il territorio alla ricerca dell’80enne, è uscito sul balcone di casa per poterli osservare.

E’ stato proprio in quel momento che ha notato la figura di un individuo, all’interno del giardino. Era rannicchiato, immerso nella vegetazione ancora umida di pioggia. Il piccolo ha subito avvisato i genitori, che a loro volta hanno fatto la segnalazione alle forze dell’ordine.

Le ricerche si erano già concentrate nella zona “Spirito Santo” di Monteroni di Lecce, sulla via per Copertino, perché era giunta una segnalazione di avvistamento. Affidato alle cure del 118, Quarta è stato poi trasportato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per tutti i controlli del caso, ma sarebbe comunque in buona salute. Sospiro di sollievo per i familiari, che potranno riabbracciarlo dopo 24 ore di paura.