LECCE – L’Antitrust indaga sulla presenza di prodotti commerciali nel videoclip del tormentone estivo “Mambo salentino”, della leccese Alessandra Amoroso e della band salentina dei Boomdabash.
La vicenda riguarda la presenza di chiari riferimenti ad una nota marca di birra – la  Peroni, nello specifico- che compaiono più volte nel video ufficiale della canzone, visto sul web oltre 75 milioni di volte.
In particolare, il procedimento istruttorio avviato dall’Autorità garante del commercio e del mercato riguarda la presenza nel video di prodotti (la birra) senza che venga esplicitata la finalità commerciale.
Il procedimento è stato avviato in seguito alla denuncia presentata dall’Unione nazionale consumatori. Le scene “incriminate” riguardano il passaggio di un uomo con una cassa di birra sulle spalle, un ragazzo che beve da una bottiglia nonché  un brindisi a tavola.
“Nei mesi scorsi – ha dichiarato il presidente dell’Unc Massimiliano Dona – questi videoclip musicali hanno attratto la nostra attenzione per la presenza di prodotti commerciali ben evidenti sulla scena, ma senza alcuna indicazione commerciale. Nello specifico si tratta del marchio e prodotti Birra Peroni”.
Sotto la lente dell’Antitrust c’è anche un altro video musicale, quello di Fabio Rovazzi “Senza pensieri”, realizzato con Loredana Bertè e J-Ax, in cui compaiono prodotti a marchio LG e Wind Tre.