CUTROFIANO (Lecce) – Quando in un torneo c’è di mezzo l’ESCOLINHA DE FUTEBOL di Cutrofiano verrebbe da dire “pronostico scontato” o meglio, “finale garantita”… tanti tornei, tante finali, cambiano i bambini (primi calci, pulcini, esordienti)… ma non cambia la sostanza.

E’ il frutto del lavoro serio e professionale che da anni la società di Cutrofiano svolge sul terreno in erba naturale del Borgo Chiusa, recentemente realizzato grazie al sostegno dell’Amministrazione Rolli, su cui ogni pomeriggio istruttori altamente qualificati seguono con passione tanti bambini di Cutrofiano e non solo… ieri della squadra che ha vinto l’ultimo torneo, il “Carnival Cup di Supersano” facevano parte anche due ragazzi di Galatina e due di Sogliano, segno che ormai la società sta diventando un punto di riferimento per chi crede “sulla qualità e non sui numeri”.

Ecco la ragione per cui la società ha investito tanto sui tecnici: da Tuglie arriva il preparatore dei portieri Ippazio Marzano, capace di trascinare ben otto ragazzi in quel ruolo, alcuni dei quali spesso ricevono il premio come “miglior portiere” nei vari tornei, da Sogliano Cavour arriva il mister storico, colui che li accoglie e insegna loro a muovere i primi passi, che insegna loro i fondamentali che poi affineranno altri, e poi c’è lui, il maestro, anzi il professore Gianni Chimenti, che arriva da Brindisi, considerato uno dei più bravi istruttori prestati al calcio giovanile, di cui la società ne va molto orgogliosa, che ha alzato notevolmente il tasso tecnico, curando ogni dettaglio, con programmazione e grandissima competenza.