ARADEO (Lecce) – A spasso nonostante i divieti. Il motivo? Dovevano spacciare. Per questo oltre alla multa è scattato l’arresto per S.S. e C.C., entrambi 21enni di Aradeo, fermati nella tarda serata di ieri per le vie del loro paese dai carabinieri della stazione locale.

Quasi impossibile sfuggire ai controlli, visto il potenziamento dei servizi di vigilanza per la verifica del rispetto delle disposizioni governative contro la diffusione del coronavirus, eppure i due giovani ci hanno provato lo stesso.

Inevitabile che la loro presenza venisse notata dai militari di pattuglia nelle strade deserte del paese. Così li hanno fermati per un controllo e, insospettiti dal loro comportamento, hanno anche effettuato le perquisizioni.

Dallo zaino di uno dei 21enni è spuntato un involucro in cellophane celeste e trasparente, contenente circa 52.6 grammi di marijuana. Ritrovamento che ha spinto i militari, una volta chiesto l’ausilio di una pattuglia di rinforzo del Norm della compagnia di Gallipoli, ad estendere il controllo anche nelle rispettive case dei due giovani.

Nell’abitazione di C.C. è stato rinvenuto dell’altro materiale: un involucro simile al primo contenente circa 2.2 grammi lo stesso stupefacente, ed un proiettile integro, calibro 38, marca Smith and Wesson.

Quest’ultimo insieme alla droga sono stati posti sotto sequestro, mentre per i due ragazzi è scattato l’arresto. Entrambi sono stati ristretti ai domiciliari, nonché sanzionati per aver violato le disposizioni in vigore in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19.