LECCE – Focus sulle marine leccesi per scongiurare il pericolo di fughe soprattutto in vista del miglioramento delle condizioni meteo.

A partire da oggi gli agenti della polizia locale di Lecce saranno impegnati in un più assiduo pattugliamento nelle marine del capoluogo salentino, con posti di controllo lungo tutto il litorale. Il servizio si affianca al quotidiano monitoraggio del territorio cittadino per verificare il rispetto delle limitazioni imposte dai decreti emanati per il contenimento del contagio da covid-19.

Questa mattina oltre al consueto controllo delle file degli utenti in attesa per accedere agli uffici postali per eseguire operazioni improcrastinabili, come la riscossione delle pensioni di aprile che si protrarrà fino al prossimo mercoledì, gli agenti hanno effettuato numerosi posti di controllo sulle principali piazze e arterie urbane. Lungo via Taranto sono stati fermati due autobus di linea extraurbana, uno proveniente da Taranto ed uno diretto a Lequile, con a bordo due lavoratori pendolari.

Sotto osservazione anche il city terminal di piazzale Carmelo Bene, dove non si sono registrati arrivi, e l’area a ridosso della stazione ferroviaria. Qui sono stati fermati due cittadini salentini, di rientro da una vacanza a New York, immediatamente sottoposti ai previsti accertamenti sanitari da parte degli operatori della Croce Rossa, che sono stati subito messi in isolamento domiciliare fiduciario per la durata di quattordici giorni, come da comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’ASL di Lecce .

In tutto sono state acquisite 151 autocertificazioni ed contestate due violazioni. Il primo durante un posto di controllo all’ingresso di Torre Chianca, nei confronti della conducente di un veicolo proveniente da Surbo e diretto a Frigole, senza giustificato motivo. L’altro in Viale Ugo Foscolo, per assembramento, nei confronti di una famiglia di tre persone adulte: padre, figlio e nuora transitavano senza mantenere la distanza interpersonale raccomandata. Controllate anche 59 attività commerciali, senza rilevare irregolarità.

Continua e delle associazioni della Rete delle Povertà che gestiscono di raccolta di generi alimentari non deperibili, presso il Centro Operativo Comunale di via Giurgola.

Inoltre al numero 0832.230049, dedicato all’assistenza della popolazione, che risponde dalla sede del COC di via Giurgola che ospita anche l’iniziativa “Lecce Solidale”, i volontari hanno ricevuto 144 chiamate, 63 per di farmaci, di cui rispettivamente 34 e 3 per ritiri presso le farmacie del Vecchio e Nuovo Vito Fazzi, 19 di generi alimentari e 62 di informazioni.

Operativo il numero 360.1055312, che riceve messaggi sms, whatsapp e telegram, dedicato alla comunità leccese di sordi e audiolesi.