Da lunedì 23 marzo il Consultorio “La Famiglia” darà vita ad un nuovo progetto“#iosonoquietiascolto”, sportello di ascolto professionale in questo periodo di emergenza.

Senza nulla togliere all’importanza della relazione diretta di ogni intervento di sostegno relazionale, di ascolto psicologico o consulenza pedagogica, nel contesto di emergenza creato dalle misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, gli esperti del Consultorio hanno sentito forte il desiderio di attivare una nuova forma di servizio per la popolazione, che ampliasse il già noto servizio “Ti ascolto” attivo da più di un anno presso la propria sede centrale. Lo scopo del servizio “#iosonoquietiascolto” è quello di raggiungere i cittadini che sentissero il bisogno di esprimere le proprie ansie e difficoltà, attraverso il telefono, uno dei pochi mezzi di comunicazione oggi utilizzabili per far sentire le persone meno sole.

Potrà telefonare chiunque ne abbia bisogno. Si garantisce la riservatezza delle telefonate; ogni chiamata non durerà oltre 20 minuti per dare a tutti la possibilità di accedere al servizio.

Tra gli esperti che collaborano con il Consultorio sono state raccolte le disponibilità ed è stata realizzata una grigliache permetterà a tutti di ricevere consulenza telefonica di vario tipo, in giorni e orari differenti.

Il Consultorio “La Famiglia” vuole continuare ad essere una presenza a servizio della persona e della famiglia.

Anche se i locali sono chiusi, i nostri cuori sono aperti!