Anche i campionati dilettantistici rappresentano un mondo inesplorato con tante realtà e tante squadre a rappresentare i paesi del Salento. Tra i vari giocatori che hanno voglia di tornare a “combattere” sul rettangolo verde anche Sergio Pirelli, in forza al Capo di Leuca, una compagine di Prima Categoria. Ma, al di là della categoria resta la voglia di ricominciare ad allenarsi e prendersi quelle piccole grandi gioie sul campo di calcio. Pirelli ricorda come “il campionato, prima dello stop dovuto alla quarantena, andava piuttosto bene per il Capo di Leuca, soprattutto a livello di classifica dove abbiamo trovato il nostro equilibrio. Inoltre, con mister De Giuseppe, ci siamo compattati come formazione. E’ stato triste dover interrompere tutto proprio sul più bello.

Mentre tutto andava bene il mondo si è fermato e credo sia difficile per le società dilettantistiche garantire i dettami dei protocolli ministeriali.

La situazione non è delle migliori speriamo che si torni presto alla normalità.

Tutti i calciatori, anche dilettanti, vorrebbero quanto prima tornare a giocare e calpestare i campi. Avrei voluto anche quest’anno segnare tantissimi gol per la mia squadra, ma, ci rifaremo, appena sarà possibile”.