GALLIPOLI (Lecce) – Lanciano bottiglia incendiaria contro l’auto e si danno alla fuga. E’ caccia aperta agli autori dell’intimidazione andata in scena nella periferia di Gallipoli, poco prima dell’alba di stamane.

Nel mirino è terminato un 59enne, imbianchino del posto, che ha visto la sua Peugeot andare in fumo. Intorno alle 5.30 un forte boato, udito in tutto il quartiere, poi le fiamme, che hanno avvolto e distrutto la parte anteriore del veicolo parcheggiato in via Carlo Massa.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, che in breve hanno provveduto a domare le fiamme prima che potessero creare ulteriori danni. I caschi rossi hanno poi effettuato un sopralluogo insieme ai carabinieri del Norm della compagnia di Gallipoli, subito impegnati nelle indagini.

Nel corso dei rilievi sono stati rinvenuti i resti di una bottiglia incendiaria, che non hanno lasciato molti dubbi riguardo alla possibilità che si sia trattato di un atto mirato. I militari hanno passato al setaccio la zona alla ricerca di telecamere di videosorveglianza che possano rivelarsi utili alle indagini.

In mattinata hanno ascoltato il 59enne, la cui vita, personale e professionale, verrà passata al setaccio alla ricerca di possibili moventi che possano aver spinto qualcuno a lanciargli un messaggio tanto inquietante.