LECCE – Dal quadro elettrico parte una scintilla e divampa l’incendio. Ci sarebbe un cortocircuito all’origine del rogo esploso nelle prime ore del mattino a Lecce, in via Taranto, all’interno del negozio “Selga”, specializzato nella riparazione di elettrodomestici.

Le telefonate al 115 sono scattate intorno alle 8 di stamane, quando qualcuno si è accorto del fumo che fuoriusciva dal civico 259. Anche il titolare, un 68enne di Surbo, è giunto sul posto insieme ai caschi rossi, che hanno domato l’incendio prima che potesse provocare ulteriori danni.

Le fiamme hanno avvolto alcuni elettrodomestici depositati all’interno, che erano lì in attesa di assistenza. Non si è registrato alcun ferito né intossicato, solo il malore di una donna che è stata soccorsa dai sanitari del 118, ma senza ulteriori conseguenze. La struttura non ha riportato danni strutturali, se non quelli interni generati dal fumo provocato dalle fiamme che hanno avvolto gli elettrodomestici.

Sul luogo dell’accaduto anche gli agenti della sezione volanti della questura di Lecce, che hanno effettuato le verifiche del caso.