SCORRANO (Lecce) – L’hanno accompagnata al pronto soccorso che era già priva di sensi. Poi l’hanno abbandonata lì, dandosi ad una rapida fuga Quando il personale medico e sanitario l’ha rinvenuta, non ha potuto far nulla per la malcapitata se non constatarne il decesso.

I carabinieri della compagnia di Maglie sono a lavoro da questa notte per fare luce sul fitto mistero che avvolge le circostanze che hanno condotto alla morte una 28enne di Galatina.

La ragazza. E.G. le sue iniziali, è stata trovata intorno alle 4.30 di notte già esanime nella sala d’attesa del pronto soccorso dell’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” di Scorrano. Il decesso sarebbe avvenuto per un arresto cardiocircolatorio. Le circostanze che l’hanno determinato, però, sono tutte da accertare. Nessuna ipotesi, al momento, è esclusa.

Dopo la segnalazione partita dal nosocomio, sul posto sono arrivati i militari che hanno dato il via alle indagini. A condurla in ospedale sarebbero stati due ragazzi, su cui si stanno concentrando le attenzioni degli investigatori che li avrebbero intercettati, grazie all’aiuto delle telecamere di videosorveglianza, e già ascoltati.

Si sta cercando di raccogliere tutte le informazioni utili sulla vittima, in particolare su quanto accaduto ieri sera, per tentare di ricostruire quanto accaduto nelle ore precedenti al suo decesso.

La salma della ragazza è stata trattenuta in ospedale per consentire tutti gli accertamenti e gli esami clinici e sanitari del caso disposti dalla Procura di Lecce, che ha aperto un’inchiesta con l’obiettivo di fare luce sulla tragica vicenda.