Il Tribunale di Lecce respinge il ricorso del Ministero: Gianni Marra è candidabile, estraneo alle vicende che hanno portato allo scioglimento di Squinzano