HomeCronacaPretende un alloggio popolare pur non avendone diritto e minaccia sindaco e...

Pretende un alloggio popolare pur non avendone diritto e minaccia sindaco e consigliere: in carcere

GALLIPOLI (Lecce) – Pretende l’assegnazione di un alloggio popolare pur non avendone il diritto e, raggiunti gli uffici comunali, minaccia di morte sindaco e consigliere comunale.

È accaduto ieri a Gallipoli, dove gli agenti di polizia hanno arrestato il 47enne gallipolino Stefano Della Rocca, già noto alle forze dell’ordine, finito in carcere con l’accusa di minaccia a corpo politico.

Link Sponsorizzato

L’uomo, difeso dall’avvocato Fabio Vincenti, avrebbe per giorni contattato telefonicamente il primo cittadino della “Città Bella” nonché Presidente della Provincia di Lecce, pretendendo l’assegnazione di un alloggio comunale. Davanti al rifiuto delle istituzioni cittadine, tuttavia, non avrebbe esitato a minacciarle di morte, anche in presenza degli agenti di polizia nel frattempo intervenuti.

Dopo una serie di telefonate minatorie compiute nei giorni scorsi, Della Rocca ieri si sarebbe presentato nuovamente negli uffici comunali pretendendo un alloggio popolare, continuando ad inveire contro il primo cittadino ed il consigliere Giancarlo Padovano.

Link Sponsorizzato

L’uomo, nella cui abitazione gli agenti hanno eseguito una perquisizione con esito negativo, come disposto dal pubblico ministero di turno, è stato arrestato ed accompagnato presso la casa circondariale di Lecce.

LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETA’ 

Il Vicepresidente, i Consiglieri provinciali, il Capo di Gabinetto, il Segretario generale, il Direttore generale, lo Staff del Presidente e i dipendenti tutti della Provincia di Lecce esprimono solidarietà al presidente Stefano Minerva per le minacce subite, certi che nessun atto intimidatorio potrà mai scalfire i principi di legalità e giustizia che ispirano quotidianamente la sua azione”.

Mario Vadrucci, Presidente dell’Ente camerale leccese: “Esprimo a Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli e Presidente della Provincia di Lecce, piena solidarietà in merito alle reiterate minacce che ha subito nello svolgimento del suo ruolo istituzionale e con soddisfazione apprendo che si è posto fine a tali atti intimidatori. Il rispetto delle Istituzioni e delle persone che in esse spendono le loro migliori energie è fondamento imprescindibile della società civile; è importante che esse possano operare con serenità per adempiere responsabilmente agli impegni, nell’interesse di tutta la collettività”.

“La mia vicinanza e solidarietà al sindaco di Gallipoli e Presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva per le minacce subite.
I sindaci, i rappresentanti delle Istituzioni territoriali, sono molto spesso le persone con le quali i cittadini hanno una consuetudine quotidiana. E proprio i sindaci sono coloro che nella loro comunità cercano sempre di dare risposte concrete a esigenze di ogni tipo.
La violenza non può mai essere vettore di qualsiasi forma dialogo. Va sempre condannata fermamente. Un abbraccio a Stefano”.
Così la copresidente di Italia Viva Teresa Bellanova, Viceministra delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili.

 

Il sindaco Pippi Mellone esprime solidarietà al presidente della Provincia di Lecce e sindaco di Gallipoli Stefano Minerva per le pesanti minacce ricevute da un uomo, poi arrestato dalla Polizia.“Rendo pubblici pensieri e parole che ho già espresso in privato a Stefano – dice il primo cittadino – amico e amministratore eccezionale. Quello che ha subito è intollerabile come persona e come rappresentante delle istituzioni e, purtroppo, è l’ennesima dimostrazione di quanto sindaci e amministratori locali tutti siano esposti, rappresentando la prima linea dello Stato. Nessuna forma di disagio e di criticità sociale, però, può giustificare atteggiamenti di questo tipo. Sono vicino a Stefano, lo sarò più di prima se occorre e lo inviterò con forza a non farsi intimorire da nessuno e a continuare l’ottimo lavoro che fa ogni giorno per Gallipoli e per il Salento”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni di solidarietà del sindaco di Lecce Carlo Salvemini nei confronti del presidente della Provincia e sindaco di Gallipoli Stefano Minerva: “Il sorriso di Stefano Minerva, che oltre ad essere un bravo sindaco e Presidente della Provincia è un uomo per bene, con principi saldi di legalità, ci ricorda che nella vita di un amministratore possono esistere, accanto alle tante soddisfazioni, anche momenti tristi come quello che lo ha coinvolto. E che questi momenti vanno affrontati e superati senza perdere la consueta voglia di fare e l’amore per la propria comunità.

A Stefano va la mia solidarietà e il mio ringraziamento per aver fatto la scelta giusta: denunciare e non lasciar correre un episodio di assoluta gravità. Ogni amministratore va rispettato come persona e come rappresentante degli interessi della comunità. Che è chiamato ad amministrare sulla base di leggi, regolamenti, disposizioni che non lasciano spazio all’arbitrio e alla discrezionalità. Concetti semplici che è necessario ribadire, per fare in modo che la prossimità ai cittadini, la vicinanza ai problemi, l’esposizione continua ai giudizi e ai commenti non vengano fraintese e interpretate come un via libera a comportamenti irrispettosi, tentativi di prevaricazione o addirittura violenza“.

Link Sponsorizzato

Ultime Notizie

Il Lecce in America per “Calcio il Back” con l’A.D. Mencucci

0
L’US Lecce in America per la manifestazione CALCIO IS BACK, a rappresentarla l’A.D. Sandro Mencucci.La Lega Serie A, infatti, approda negli Stati Uniti con...