palazzo-granafei-nervegnaBRINDISI – A Brindisi, presso la preziosa Sala Convegni di Palazzo Granafei–Nervegna di  via Duomo, avrà luogo, venerdì 10 aprile 2015 alle ore 17:30, l’inaugurazione della II Edizione de “I linguaggi della sperimentazione”.

L’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Brindisi, dall’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, è promosso e organizzato dal Lions Club di Brindisi con la partecipazione del Club Leo Virgilio e il Patrocinio del MiBACT (Progetto Etnie), Locomotive Jazz Festival, SAE (Salento Arte Events). Gradita adesione è giunta da prestigiose Associazioni operanti sul Territorio: Lions Club di Mesagne, Manduria, Erchie S. Pancrazio, Ceglie, Ostuni New Century; ADISCO, 50&Più, Innerwheel, UNESCO e il settimanale Agenda Brindisi.

Ancora una volta, scopo dell’evento é la ricerca-azione nella poliedricità delle espressioni d’arte-parola quale documentazione culturale nel segno della rinnovabilità dei tempi. La parola dell’arte esprime in una sintesi meta-logica le potenzialità, affermate e in progress, del territorio umano.

Interverranno artisti, autori e studiosi impegnati nell’ambito della sperimentazione. In particolare l’edizione 2015 vede la nutrita presenza di prestigiosi artisti pugliesi, da anni mpegnati nella ricerca di forme d’arte innovativa.

Il macro-evento consisterà di: Esposizione (pittura, scultura, fotografia, installazione); Parola-Performance; Video-sperimentazione; Suonovoceparola.

Un Catalogo (numero limitato di copie), corredato da riflessioni dei partecipanti e immagini delle opere, costituirà memoria storica.

Tre gli incontri previsti con l’arte nella molteplicità delle sue forme per questa nuova edizione, a partire dall’Inaugurazione del 10 aprile alla presenza del Sindaco di Brindisi, Cosimo Consales, di Carmela Lomartire, Assessore al Bilancio, Tributi e Affari Legali al Comune di Brindisi, di Stefano Galantucci, Presidente Leo Club Virgilio – Brindisi e del Governatore del Distretto 108AB Giovanni Ostuni, Carmen De Stasio, Presidente del Lions Club di Brindisi e curatore dell’iniziativa, introdurrà l’intera manifestazione.

Nutrito e originale nella forma il cartellone della serata, intitolata Parola Immagine Suono Corpo d’Arte. Tanti i momenti emozionanti, a partire da La Grandezza dell’Uomo – Omaggio a Ignazio Apolloni, artista e autore palermitano di fama internazionale, scomparso di recente, il quale aveva lo scorso anno partecipato con due opere all’evento. A lui gli artisti e poeti sperimentali Francesco Aprile e Francesco Pasca dedicheranno la lettura di brani creati per l’occasione.

Si prosegue con Raffaele Casarano. Entrato a pieno titolo nella rosa dei massimi talenti della New Jazz Generation italiana, é Direttore Artistico del Locomotive Jazz Festival considerato tra gli appuntamenti musicali di punta della scena internazionale. Il Festival ogni anno attrae un pubblico da ogni parte d’Italia a Sogliano Cavour, Lecce, luogo di nascita del famoso jazzista. Un gradito ritorno sarà quello del saggista, artista Vitaldo Conte (docente Accademia BB.AA., Roma), in quest’edizione presente nella performance Festa Bianca ultima arte:video-opera (montaggioL Baldieri): Vitaldix T Rose (accessori d’arteT Pertoso). Salvatore Luperto (critico, dir. art. Museo MACMa) e Anna Panareo (operatrice culturale) dedicheranno un omaggio alla poesia concreta visiva della grande artista Mirella Bentivoglio. Titolo: Egemonia Op, realizzata da M. Bentivoglio; foto di Francesco Balladore.

Autori della scrittura verbo-visuale italiana

Franco Altobelli (scrittura verbo-visiva) – Bari
Mirella Bentivoglio (Poesia Concreta Visiva – grafica, installazione) – Roma
Paesaggi verbovisivi nella scrittura pittura di Dario Damato (Il Kantiere) – Foggia
Liliana Ebalginelli (libro scultura) – Milano
Vittorio Fava (libri d’artista) – Roma
Rossana Bucci – Oronzo Liuzzi (poesia visiva, Sagomarte) – Corato, Fasano
La microscrittura di Enzo Miglietta (Laboratorio Miglietta ’70 – ’80) – Novoli

Art in Progress
Pittura – Video – Installazioni
Loredana Albanese (pittura, pittura su cuoio) – Bari
Luca Iannì (video) – Caltanissetta
Mario Lo Coco (pittura, installazione) – Palermo
Massimo Nardi (pittura, installazione) – Bari
Antonella Zito (foto-installazione, video) – Franc. F.na (Br)

Frizzante e partecipativo il secondo appuntamento

Domenica 19 aprile, ore 17,30, Sale Espositive (1° piano) di Palazzo Granafei– Nervegna. Si comincia con Enzo Fina (polistrumentista. Strumento: fina). Musicista sperimentale di fama internazionale (recente un suo tour negli Stati Uniti), si esibirà in Dove il concetto della Parola non è: il Suono. Dai suoni originali di Enzo Fina alla scrittura verbo-visuale di Liliana Ebalginelli. Dopo il successo della sua performance lo scorso anno, l’artista milanese sarà presente con il suo libro-marmottaWholly (Lucini Libri). Sperimentazione partecipata con il pubblico sarà la performance poetico-visiva e l’installazione interattiva Sagomarte di Rossana Bucci – Oronzo Liuzzi. Oronzo Liuzzi, artista e poeta fasanese, è annoverato tra i massimi poeti contemporanei della scena internazionale.

Ultimo appuntamento

Domenica 3 maggio, ore 17,30, AUDITORIUM ex Convento Santa Chiara (via S. Chiara, nei pressi della Cattedrale). Pierfranco Bruni (responsabile Progetto Etnie MiBACT, scrittore, poeta, saggista – Candidato Premio Nobel per la letteratura) aprirà a un evento dedicato agli incroci di culture. Evocativo il titolo: Linguaggi e Simboli delle Etnie – intrecci tra Oriente e Occidente. Il suo intervento sarà cornice ideale alla performance Nel tempio circolare dell’Orissa – Un viaggio tra racconto, danza, musica, immagini di Luisa Spagna (danzatrice, artista, libera ricercatrice del sacro femminile nell’arte dell’India) con musiche originali di Paolo Pacciolla (musicista, etnomusicologo, docente di etnomusicologia, Conservatorio “A.Pedrollo” di Vicenza. Strumenti: daire, axis, berimbao, bodhran, mbira).

La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni (ad esclusione del lunedì)
dalle 9,00 alle 20,30 dal 10 aprile al 10 maggio 2015.