SANNICOLA (Lecce) – A grande richiesta, ritorna “Ieu ulìa. Anzi, oiu”, la commedia scritta e diretta da Alessandro Errico e portata in scena dalla compagnia “Anonima teatrale” di Sannicola.

Giovedì 11 agosto, alle ore 21, presso la Scalinata SS. Maria delle Grazie, i personaggi carichi di un’antica attualità, porgeranno il racconto delle conseguenze dell’epidemia di xylella in una famiglia di olivicoltori, intrecciando la narrazione alle continue tentazioni di una certa modernità che vuole distruggere l’esistente per costruire alternative in contrasto con la natura. Il finale kafkiano offre una rifessione amara sul rapporto che l’homo tecnologicus ha con l’ambiente e, quindi, con se stesso.

Tale rappresentazione è inserita fra gli eventi di “Estate a Sannicola”, organizzati dal Comune di Sannicola.

La compagnia “Anonima teatrale” opera dal 1999, portando in scena piece teatrali scritte e dirette da Alessandro Errico. Negli anni si sono sperimentate forme espressive diverse e attori di varie età. Si è passati dai classici rivisitati (“Romeo e Giulietta”, “La Mandragola”, “Pinocchio”), al giallo (“Impronte digitali”, “L’ultimo desiderio”) al tema dei contrasti fra diverse generazioni (“Il vecchietto dove l’ometto”, “Cosiminu mbrujone diplomatu”, “Don Riccardo”), alle tasse esose (“Regali di Natale”) alle tematiche pirandelliane (“Sole al sole”, “Tra moglie e marito c’ho rimesso l’udito”).

Le commedie sono visibili sulla pagina Facebook e su www.youtube.com/anonimateatrale

In scena: Gabriele Sances, Anna Bidetti, Sandrino Tanasi, Enrico Rapinese, Pasquale Bidetti, Sabina Leo, Oronzo Buono.

Ingresso gratuito.