UGGIANO LA CHIESA (Lecce) – Trenta grammi di cocaina nascosti in uno stipetto della cucina e per Francesco Bacile, 61enne di Uggiano La Chiesa, scatta l’arresto. L’operazione antidroga è stata eseguita in mattina. Già da tempo, i carabinieri del Norm di Maglie avevano acquisito il sospetto che l’uomo, con diversi precedenti penali alle spalle, avesse avviato un’attività di spaccio. Così con la collaborazione dell’unità cinofila “Indiano”, i militari hanno eseguito una perquisizione in casa dell’uomo dopo aver informato il pubblico ministero di turno, il sostituto procuratore Maria Vallefuoco.

Non appena i militari si sono presentati nell’abitazione, lo stesso Bacile ha consegnato spontaneamente un involucro di cellophane contenente 30 grammi di cocaina custodito in uno stipetto del vano cucina. I carabinieri hanno poi sequestrato anche un bilancino elettronico di precisione, una busta di cellophane utilizzata per il confezionamento delle dosi e due rotoli di nastro adesivo. La cocaina verrà ora analizzata in laboratorio per accertare il livello di purezza con gli accertamenti di laboratorio. Bacile è stato confinato ai domiciliari. Nelle prossime ore il 61enne comparirà dinanzi al gip per l’udienza di convalida alla presenza del proprio avvocato Umberto Leo.