Di Flavio De Marco

Liverani mette in campo Perucchini, Cosenza, Legittimo, Ciancio, Lepore, Arrigoni, Armellino, Mancosu, Costa Ferreira, Caturano e Di Piazza. Arbitro del match Vincenzo Valiante della sezione di Salerno. Contro il Fondi dell’ex Corvia, il Lecce cerca varchi e non li trova, anzi è Mastropietro ad insidiare la porta di Perucchini. L’attacco leccese cerca la penetrante azione di un Di Piazza marcatissimo. Arriva, però al minuto ventotto l’urlo liberatorio del Via del Mare: gran gol di Checco Lepore, tiro a giro dalla sinistra di Elezaj, parabola perfetta che sancisce il vantaggio. Il numero dieci va a prendersi l’ovazione dei tifosi, 1-0.

Il Fondi attacca e tuttavia non si scompone, fa la sua partita con un ritmo ordinato. Al trentottesimo gli ospiti vanno vicini al gol, Corvia non si accorge di un tiro-cross a sua disposizione, a due passi da Perucchini. Mancosu risponde con un tiro da fuori, forte la conclusione respinta da Elezaj. Si va al riposo col Lecce in vantaggio e con la curva nord che canta: “lottate fino alla fine”. Di fronte ai diecimila e cinquecento inizia il secondo tempo ed il Fondi punzecchia Cosenza e compagni con un’azione alla destra di Perucchini.

Peccato per qualche occasione mancata dai giallorossi, Caturano non si intende con Costa Ferreira ed il Fondi ne approfitta ripartendo. Al quarto d’ora della ripresa Di Piazza sfiora il gol, destro di poco a lato in seguito ad una bella imbeccata di Costa Ferreira. Trascorrono cinque minuti e ci prova Mancosu su punizione, Lecce vicinissimo al raddoppio. Mister Liverani richiama Caturano in panchina e mette in campo Saraniti. Mister Luiso chiede ai suoi di insistere nella fase offensiva. Il Lecce gioca la carta Tabanelli per Costa Ferreira.

Gol di Di Piazza, il Lecce a cinque minuti dal tempo regolamentare raddoppia. Cross di Tabanelli dalla destra e deviazione di testa del numero nove del Lecce, acclamatissimo dai tifosi. Tris di cambi per i giallorossi, fuori Arrigoni, Mancosu e Di Piazza per Selasi, Pacilli e Dubickas. Cinque i minuti di recupero quando c’è ancora tempo per una respinta di Perucchini. Il Lecce compie appieno la missione a cui era chiamato. Una bella vittoria che porta il club salentino a soli centottanta minuti dal traguardo di tutto un campionato. Esplosione di gioia al Via del Mare e tanta soddisfazione per il mantenimento in classifica della vetta.

 

CONDIVIDI