NARDÒ (Lecce) – Nuovi guai per un 51enne di Copertino – A.R. le sue iniziali – arrestato ad agosto scorso perché autore di alcuni scippi. Gli agenti del commissariato di Nardò, infatti, al termine di complesse indagini sono riusciti ad individuarlo quale autore di altri due furti con strappo – uno riuscito, l’altro soltanto tentato – commessi sempre nel mese di agosto.

In entrambi gli episodi, verificatisi nella zona 167 di Nardò e in piazza Mazzini, l’uomo ha agito col volto coperto da casco.

Dopo essersi avvicinato alle vittime che si accingevano a parcheggiare, con una mossa repentina ha cercato di impossessarsi delle borse delle donne, che erano poggiate sul sedile anteriore accanto al posto guida: in un caso infilando il braccio nel finestrino aperto, nell’altro aprendo lo sportello. Mentre il primo furto gli ha fruttato 90 euro e vari documenti personali, l’altro è sfumato grazie alla reazione della donna, che ha afferrato con forza la borsetta, costringendo il malfattore a mollare la presa e a darsi alla fuga a mani vuote.

Grazie alle descrizioni delle vittime ed alle analisi dei filmati registrati dalle telecamere di sicurezza installate nei luoghi in cui si sono consumati i furti, gli investigatori del Commissariato neretino sono così riusciti a risalire al 51enne, attualmente detenuto, che adesso dovrà rispondere anche di questi altri due episodi.