di Julia Pastore

LECCE – Rapper e produttore musicale, Salmo sta incassando tutta una serie di record: il suo ultimo lavoro, Playlist, è il più cliccato e il più venduto del momento. Per verificare con i propri occhi basta andare a vedere cosa è successo alla Feltrinelli in serata. Un fiume di ragazzi, soprattutto giovanissimi, con quelle tute larghe e i cappucci in fila, da prima dell’Alvino fino alla libreria. Mai vista una fila così per un “firmacopie”. Poi, Salmo, che in realtà è sardo e si chiama Maurìzio Pisciottu, si presenta con una mascherina nera sulla bocca. Sarà per non contaminate la sua arte? Scherzi a parte, gli adolescenti lo venerano: per loro è un guru. I testi non tradiscono la tradizione rap stile “duro del ghetto”. Un po’ di cinismo condito con storie di erba, sbirri e altro.

Molti adolescenti si riconoscono in questo stile ruvido e un po’ rabbioso. La  formula funziona: sono milioni di click anche su YouTube. Chi fa musica oggi deve saper vincere sui social e Salmo “spacca” ovunque. Il freestyle si appoggia su un manto musicale a volte ipnotico e scuro, a volte più allegro e contaminato dal pop: il risultato è un successo palesato dai numeri.