SANREMO – Alla vigilia della 69ª edizione del Festival di Sanremo, il nostro inviato Roberto Giannuzzi presente alla tradizionale conferenza stampa del lunedì, ha raccolto gli umori e le attese dei protagonisti.

Un’edizione cominciata con le polemiche sulle dichiarazioni del direttore artistico Claudio Baglioni riguardanti la gestione del fenomeno migratorio da parte del Governo, proseguita con il mancato ritiro del premio ‘Amico di Sanremo’ che l’amministrazione avrebbe dovuto consegnare a Baglioni durante il Consiglio comunale dello scorso mercoledì.

Ufficialmente Baglioni aveva annunciato la sua mancata presenza all’ultimo per via di impegni inderogabili per l’organizzazione della kermesse canora, ma in molti sospettano che la vera ragione sia la paura di confrontarsi con le troupe di ‘Striscia la Notizia’ e delle ‘Iene’ per via del presunto conflitto di interesse riguardante la scelta dei cantanti in gara.

A prendere la parola per primo è il sindaco si Sanremo, Alberto Biancheri, che ha fatto gli onori di casa: “Un saluto caloroso a tutti i giornalisti e a tutti quelli che lavorano per questa manifestazione. È già un’edizione da record, la città e gli alberghi sono pieni. I fiori saranno i protagonisti grazie al Mercato dei Fiori e a tutto questo mondo produttivo di cui spesso si parla poco. Un grazie anche alle forze dell’ordine per la sicurezza.”

A prendere la parola poi il direttore di Rai 1, Teresa De Santis: “Il Festival è uno degli eventi più seguiti e importanti anche per le aziende e gli sponsor che chiedono di essere presenti. Ho grandissima stima per il lavoro di Claudio. Si è parlato di screzi tra noi, ma nego tutto. Siamo amici e ci confrontiamo con grande stima e simpatia. Il suo lavoro è importantissimo perché ha riportato tutto alla musica italiana.”

De Santis ha poi commentato i dibattiti delle ultime settimane: “Per quanto riguarda le polemiche politiche, le canzoni parlano di temi complessi: mille stimoli e spunti senza nessun preconcetto. Sul conflitto di interessi? È un tema molto vago e ne parlo per quanto riguarda la mia esperienza. È stata favorita la qualità e il risultato piuttosto che percorsi paralleli. Se si fa un contratto a un artista vivente è normale che questo abbia rapporti con il mondo della musica e le case discografiche.”

Claudio Fasulo, vicedirettore Rai1 ha aggiunto: “Il Festival è il motore della nostra azienda televisiva e dell’industria musicale italia.”

Applauso per Claudio Baglioni che ha preso la parola: “Come tutte le seconde volte e come ho sempre detto ‘errare è umano, perseverare è artistico’. Dopo 7 ‘no’ (4 detti lo scorso anno, 3 detti quest’anno) ho deciso di accantonare il mio mestiere (tra cui un tour e un disco) per misurarmi nuovamente con la cosa più difficile che mi sia mai capitata.” Scherza Baglioni e si dimostra sicuro e tranquillo nonostante le polemiche dei giorni scorsi.

“L’anno scorso – continua – non avremmo mai immaginato di avere un riscontro così ampio sia per ascolti sia per valore artistico e culturale. Fu tolta l’eliminazione che venne presa come un tradimento, ma alla fine si è creato un clima più sereno e amichevole tra i concorrenti. Così abbiamo riavvicinato molti artisti che guardavano al Festival da lontano.”

Non ci sarà neanche quest’anno la serata delle cover che sarà sostituita dalla serata dei duetti.

Sarà quindi un Festival molto simile a quello dello scorso anno.

Confermato Andrea Boccelli come ospite della prima serata.

“Ospiti italiani ma decisamente internazionali, un festival ‘popolar nazionale’,” commenta Baglioni.

“Sarà questo il Festival dell’armonia. Sembra strano dirlo ora visto le polemiche che ci sono state. Ma sarà così,” prosegue il direttore artistico.

Sul presunto conflitto di interesse risponde: “Sono state valutate quasi 400 proposte al vaglio della commissione. Ho la coscienza pulita. La scelta è caduta per fornire una fotografia reale della nostra musica corrente. Tutte le commissioni sono fallibili e tutti avrebbero il diritto di far ascoltare la propria canzone.”

Baglioni ha poi lasciato la parola a Virginia Raffaele: “Per me è un regalo essere qui. Spero di essere all’altezza. Ho accettato un po’ per incoscienza un po’ perché mia madre è grande fan di Baglioni. Mio padre di Bisio, invece. Non potevo dire di no.”

“Sono contentissimo di essere qui. Ringrazio la Rai e Baglioni,” commenta invece Claudio Bisio. “Ho conosciuto due amici, ormai. Siamo tesi e mi sento come se fossi alle Olimpiadi per uno sportivo. Sono due mesi che proviamo e non vedo l’ora di scendere in campo.” conclude.