La stazione dei carabinieri di Trepuzzi

TREPUZZI (Lecce) – Finisce sotto inchiesta il comandante dei carabinieri di Trepuzzi, Giovanni Papadia. Il maresciallo risponde di di abuso d’ufficio e favoreggiamento nell’ambito di un’indagine coordinata dal pubblico ministero Paola Guglielmi. Secondo quanto contestato non avrebbe proceduto all’arresto degli aggressori di un ragazzo picchiato ad agosto in un bar di Trepuzzi.

Ad avviare le indagini è stato un esposto presentato dalla vittima dell’aggressione in cui lamentava il mancato arresto dei suoi aggressori. Perché ci sarebbero stati tutti i presupposti per poter procedere. Eppure, stando sempre a quanto denunciato, il comandante, dopo aver raccolto la querela, inoltrò un’informativa in Procura per consentire al pm di valutare la gravità dell’episodio ed eventualmente richiedere una misura cautelare. Così come prevede il codice di procedura penale anche quando scadono i tempi per la flagranza del reato.

Per il denunciante, però, non sarebbe stato informato il magistrato di turno sul telefonino di servizio. davanti al magistrato il comandante ha fornito la propria versione. E ha evidenziato che non avrebbe mai avuto alcun interesse ad avvantaggiare il titolare del bar peraltro poi chiuso per motivi di sicurezza. Sarà ora il pm a tirare le somme dell’indagine chiedendo l’archiviazione del procedimento o disponendo nuove indagini.