ALEZIO (Lecce) – L’8, il 9 e il 10 marzo prossimi il poligono di Alezio aprirà le sue porte per offrire un’esperienza gratuita ed emozionante a tutte le donne, anche non tesserate.

Il Trofeo è organizzato dalla sezione aletina del Tiro a segno Nazionale, presieduta da Claudio Stanca. Appuntamento immancabile sia per chi già pratica questa attività sportiva sia per le dilettanti della provincia che annualmente, in occasione delle celebrazioni per la festa della donna, si ritrovano ad Alezio presso la sede dell’associazione sportiva.

La gara di tiro a segno sportivo accademico si svolgerà nel poligono di via San Pancrazio 41, ad Alezio, nelle giornate di venerdì 8 e di sabato 9 Marzo (dalle 9 alle 12 e dalle 16.30 alle 19.30), mentre domenica 10 dalle 9 alle 1.

La partecipazione è gratuita ed è riservate alle sole donne che desiderano cimentarsi con gli attrezzi sportivi ad aria compressa, anche minorenni purché abbiano compiuto i 10 anni di età e siano accompagnate almeno da un genitore o da una persona maggiorenne che se ne assume la responsabilità.

Tutte le tiratrici saranno premiate con una medaglia di partecipazione, mentre le prime tre classificate riceveranno una coppa (classifiche separate tra tesserate e non); inoltre, anche quest’anno saranno formate squadre associative e le prime tre squadre riceveranno una coppa.

A conclusione, domenica 10 marzo alle 17, alla presenza del sindaco di Alezio Andrea Vito Barone e di altre autorità del territorio, avrà luogo presso l’Auditorium di via Dante Alighieri 7 (scuola media), una conferenza sul tema “Violenza sulle Donne – Violenza domestica: È ORA DI DIRE BASTA”

Gli interventi saranno curati da qualificati relatori del settore: Cosimo Maruccia, dirigente generale della Polizia di Stato; Valeria Piras, psicologa della Rete dei Centri Antiviolenza “Sanfra” e Angela Stasi, presidente della Commissione Pari Opportunità di Alezio; moderatore sarà il presidente del T.S.N. di Alezio, Claudio Stanca. Al termine della conferenza si terrà la cerimonia di premiazione di tutte le partecipanti alla gara di tiro.

«L’idea di organizzare questo trofeo è nata nel 2013 con il chiaro intento di avvicinare il sesso femminile al poligono di tiro, come una sfida all’opinione diffusa e infondata che il tiro a segno è uno sport per soli uomini – ha dichiarato Claudio Stanca -. Pian piano siamo riusciti a smentire questa tesi: in l’Italia, infatti, nelle circa 300 sezioni T.S.N. le iscrizioni femminili si sono incrementate e nella nostra sezione le donne rappresentano il 50% circa dei tesserati, provenienti non solo da Alezio ma da tutto il circondario: ciò dimostra l’esatto contrario dell’errata convinzione generale. Tra le nostre tesserate ci sono vere e proprie campionesse che continuano a portare in alto il nome della sezione e l’istituzione del trofeo delle donne è stato e continuerà ad essere il nostro modo di contribuire all’abbattimento di tanto insensate quanto insopportabili discriminazioni di genere».