di Alice My

GALLIPOLI – Il racconto appassionante dell’ascesa e caduta della Mens Sana o dello sport professionistico dell’Italia in un appassionante libro di Flavio Tranquillo da leggere tutto d’un fiato. La presentazione di “Time Out” si è tenuta lunedì sera all’interno della Terrazza “Rosso di Sera Ecoresort Le Sirenè” di Gallipoli. La storia riguarda la Mens Sana Siena, che è stata la squadra di basket italiano che ha dominato gli anni Duemila. Al netto dei titoli revocati si contano: 6 scudetti, 3 coppe Italia, 6 supercoppe e una coppa europea vinta, la Saporta. A capo di questa potente macchina sportiva spicca la figura di Ferdinando Minucci, uomo forte della società, esperto di marketing e di comunicazione e poi general manager e presidente della corazzata senese. Nel maggio del 2014, ancora presidente della Lega basket, sarà messo ai domiciliari nel corso dell’operazione “Time Out”. Negli anni dello scandalo del Monte Paschi (banca legata a filo diretto con la squadra), le indagini scavano nel giro di affari, sponsorizzazioni e denaro che ruotava attorno al campo da basket. Flavio Tranquillo prende in mano questa storia mettendo insieme i dati, gli atti, le parole dei protagonisti, per fare chiarezza non solo sul singolo caso, ma su un sistema che usa lo sport per i propri interessi.

Un libro “forte e scomodo”. “Questo libro nasce da una vicenda eclatante: immaginate una grande squadra che vince sempre, domina per 10 anni, e poi, da un giorno all’altro, sparisce. Sono già stati condannati alcuni protagonisti di quella vicenda collegata alla Monte dei Paschi di Siena. È una vicenda paradigmatica dello sport professionistico italiano, spesso legato a determinati poteri”. Si racconta anche il giallo del suicidio, che si sospetta sia un omicidio, di David Rossi, un dirigente e capo della comunicazione della banca centrale, che ha contato molto anche nella vicenda sportiva (decideva le risorse da dare alla squadra). L’uomo morì il 6 marzo 2013: dietro c’è un autentico giallo e qualcuno sospetta che sia stato gettato o indotto a gettarsi dalla finestra del suo ufficio. Il cammino della Mens Sana è parallelo alla banca e alla Fondazione: dubbi e processi vanno ancora avanti. C’è la descrizione del “sistema Siena” e MPS nel libro per aiutare il lettore a farsi un’idea più vicina possibile alla verità storica. L’autore si augura che ognuno attraverso queste vicende di faccia un’idea di quanto una certa politica possa avvelenare lo sport.