In occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità, si è tenuto, oggi alle 10.00, presso l’Auditorium dell’IPSSS “F. L. Morvillo Falcone”, un interessante seminario formativo/informativo dal titolo “Accessibilità nella disabilità”.

Fra gli interventi: Maria De Giovanni, scrittrice, autrice del libro “Sulle orme della sclerosi multipla. La rinascita”, il dottor Sebastiano Leo, assessore alla formazione e lavoro Regione Puglia, il dirigente scolastico dell’IISS “Ettore Majorana” dottor Salvatore Giuliano, la professoressa Flavia Lecciso, delegata Rettore per le politiche di integrazione dell’Università del Salento, l’avvocato Alessandro Nocco, coordinatore “Coop. Socioculturale” e la campionessa Italiana di distensione su panca Fabiola Spalluto. Ha aperto i lavori la dirigente scolastica professoressa Irene Esposito evidenziando come i diritti siano di tutti sempre, lei stessa è stata una docente di sostegno e quindi abbastanza impregnata di valori e sentimenti di positività nei confronti delle persone con disabilità. È stata poi la volta di Sebastiano Leo che ha relazionato il ruolo sociale e della Regione Puglia su questo delicato tema, che non deve fermarsi alla giornata riconosciuta dalla O.N.U. ma deve perdurare nel tempo come modus operandi di una società avanzata ed evoluta.

Molto toccante la storia raccontata da Maria De Giovanni, donna con sclerosi multipla, che nonostante una malattia così grave, invece di restare chiusa e isolata ogni giorno, è sul territorio per aiutare attraverso la Onlus Sunrise di cui è presidente e che vanta numerosi associati. Maria ha lottato per realizzare – il mare di tutti – progetto di fisioterapia a mare per persone con SM, spesso abbandonate al loro destino. Una giornata all’insegna dei diritti e delle potenzialità da immettere nella scuola sempre al primo posto, nella vita di un bambino o ragazzo disabile. Ha chiuso i lavori la campionessa Italiana di distensione su panca Fabiola Spalluto, molto intenso il suo racconto di donna dai mille impegni prima dell’incidente che diversi anni fa l’ha resa disabile su una sedia a rotelle. Ma anche lei come Maria non ha mollato e oggi sono donne felici nelle loro vite, sicuramente più difficili ma dalla profondità umana più intensa. Insomma una mattinata ricca di sensibilità, a cui i ragazzi hanno partecipato numerosi con delle performance musicali.