di F.Oli.

LECCE – Si presenta in ospedale con una carota incastrata nelle parti intime e denuncia un caso di presunti abusi. Singolare e grottesca vicenda, che raccontiamo in esclusiva, con protagonista un pensionato, poco più che 70enne, sposato e con figli. Nella giornata di mercoledì l’anziano, di cui non forniamo le generalità e neppure il luogo di residenza per tutelare la sua identità, si è presentato presso il pronto soccorso del “Vito Fazzi” con la carota nelle parti intime. L’imbarazzo per l’incidente è stato tanto. Ancor di più dover dare spiegazioni su come l’ortaggio fosse finito proprio in quella parte del corpo. Ai medici presenti l’uomo ha spiegato di essere stato vittima di abusi nel garage di casa. Da chi e quando? E quanti erano gli aggressori? Da persone sconosciute o dopo un rapporto con qualcuno che conosceva?

La ricostruzione dell’uomo non ha però convinto i medici che hanno provveduto ad informare i carabinieri di Lecce. I militari hanno raggiunto l’ospedale e avviato le prime indagini. L’uomo è stato sentito a sommarie informazioni. Avrebbe confermato la versione fornita ai sanitari seppur con qualche titubanza. Il sospetto è che la verità possa essere un’altra. Che il pensionato abbia raccontato di essere rimasto vittima di un episodio di violenza per nascondere la vergogna e l’imbarazzo per qualche gioco erotico finito male. Molto male. Tanto da dover ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso. I medici, ovviamente, hanno rimosso il corpo estraneo dalle parti intime mentre il pensionato ha fatto rientro a casa senza ulteriori conseguenze fisiche.

Le indagini sono state appena avviate e i carabinieri dovranno ora verificare l’esatta dinamica prima di inoltrare in Procura qualsiasi comunicazione di reato e consentire l’apertura di un fascicolo. Come prevedibile al vaglio dei militari finiranno le dichiarazioni del pensionato e di altre persone informate dei fatti.