FIRENZE – L’area archeologica di Roca Vecchia e il complesso carsico delle Grotte della Poesia saranno protagoniste di TourismA, il Salone dell’Archeologia e del turismo culturale, dal 22 al 24 febbraio a Firenze.

L’appuntamento a cui il Comune di Melendugno prenderà parte con il Sindaco Marco Potì e il Consigliere Roberto Rollo, delegato alla gestione dell’area archeologica di Roca Vecchia, ospiterà questa mattina,domenica 24 febbraio, il workshop intitolato “Plug and Tour. Storie di turismo culturale ed innovazione collaborativa in Salento” organizzato da CETMA – New Technologies and Design Department e VivArch in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, con il Comune di Melendugno, l’Università del Salento ed Alteritas-Interazione tra i popoli.

“Partecipiamo alla fiera del turismo archeologico di Firenze – dice il Sindaco di Melendugno, Marco Potì – con la consapevolezza di avere un’area archeologica tra le più interessanti del Mediterraneo e che vorremmo fosse centro di attenzione e attrazione per gli esperti della materia e per i turisti in cerca di questi luoghi fantastici. Grazie a progetti realizzati insieme alla Regione Puglia abbiamo finanziato la virtualizzazione di alcune parti dell’area attraverso nuove tecnologie, che consentono al turista di calarsi in una realtà immersiva. Vogliamo raccontare e raccontarci la bellezza di Roca e la storia che sta intorno a questo sito come per esempio la famosa battaglia di Roca, che illustreremo nei dettagli in fiera.”

“Il Comune Di Melendugno prende parte per la prima volta a questo importante appuntamento per l’archeologia e il turismo culturale con i fiori all’occhiello di Roca Vecchia e Grotte della Poesia, a conferma che oltre al turismo balneare, che richiama turisti da tutto il mondo grazie alle bellezze paesaggistiche naturali, Melendugno ha la fortuna di avere delle bellezze culturali e storiche uniche al mondo. Il nostro obiettivo è quello di valorizzarle, renderle sempre più fruibili e incrementare il turismo culturale che consente la destagionalizzazione dei flussi.” spiega il Consigliere Rollo.

Verranno presentati a Firenze il lavoro di costruzione del brand sul paesaggio, la storia e la cultura e le politiche di conservazione e valorizzazione attuate dal Comune di Melendugno in sinergia con il CETMA e l’associazione VivArch, che costituiscono delle best practice di collaborazione tra gli attori del territorio e un modello virtuoso di sviluppo economico.