Taranto – Ha preso il via il Medimex 2019 , festival musicale tarantino promosso da Puglia Sounds.
Tra concerti live, esposizioni, attvità professionali, proiezioni e presentazioni di libri, dj set e workshop, il Medimex 2019 si conferma tra i primi festival musicali in tutta la Penisola.

Il programma, avviato mercoledì 5 giugno, continuerà a regalare grandi emozioni fino a domenica 9 giugno. Cinque giorni di musica con ospiti internazionali ed artisti nostrani, incontri con le principali etichette indipendenti europee, mostre e tante altre attività sparse per il centro storico della città.

All’incirca cento gli appuntamenti dell’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, programma per lo sviluppo musicale finanziato dalla regione Puglia.

Nella serata di venerdì 7 giugno a solcare il main stage per prima è stata la salentina Julielle ed il suo electro pop. La cantante ha ospitato sul palco altra band leccese, Le Scimmie sulla Luna, creando insieme un mix di suoni ed energia pura. Sulla Rotonda del lungomare del capoluogo ionico ieri anche il dream pop dei texani Cigarettes After Sex. Tripudio, infine, per gli inglesi Editors, colosso del post-punk del Terzo Millennio, che hanno letteralmente infiammato la folla.

Il programma del Festival non si ferma. Nella serata di oggi alle ore 20 apriranno le danze gli italiani JoyCut con la loro dark wave, per poi lasciare spazio alle ore 21 ai ritmi in levare degli inglesi King Hammond & The Rude Boy Mafia. A seguire il djset di Ringo e Toky direttamente da Virgin Radio e, dulcis in fundo, alle 22.15 solcherà il main stage l’ex Oasis Liam Gallagher.

Domenica 9 giungo si inizia alle ore 20.00 con Sound of Garage, la rock band di medici pugliesi impegnata in attività di beneficenza, si prosegue alle 20.30 con i Kàlascima, formazione che ridisegna la tradizione salentina con un suono urbano e contemporaneo, e si chiude con il live alle ore 21.30 della “sacerdotessa del Rock” Patti Smith.

Ancora per la giornata di sabto 8 e domenica 9 sarà attivo il botteghino del Teatro Fusco dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e il botteghino Medimex, via Giovinazzi ang. Lungomare Vittorio Emanuele III, dalle ore 16.00 alle ore 22.00

In concomitanza alla situazione del main stage, ci sono i concerti live gratuiti di Villa Peripato, che nella serata di venerdì hanno visto nomi come James Senese, sassofonista dello storico gruppo Napoli Centrale, i rapper Ensi e Jhohnny Marsiglia, i britannici Clock Dva ed i foggiani Giunto di Cardano. Sabato 8 giugno, sempre nella celebre Villa tarantina, si esibiranno GioEvan, la Woodstock Special Project Band e i suoi ospiti Erica Mou, Nabile Giò Sada, la band leccese La Municipàl e gli storici Asian Dub Foundation.

L’edizione 2019 del festival celebra in esclusiva con Ono Arte il cinquantennale del celebre festival americano di Woodstock ed il suo musicista simbolo, Jimi Hendrix. Woodstock & Hendrix: The Revolution. Fotografie di Baron Wolman e Donald Silverstein è il nome della mostra di scatti inediti aperta al pubblico ad ingresso gratuito allestita dal 6 al 28 giugno, dislocata tra città vecchia e il museo MarTa.

Inoltre il Medimex fa largo ai millenials con la finale di Rec’n’Play, contest per band emergenti ideato e organizzato da Zerottanta Produzioni con il Liceo Scientifico Scacchi di Bari. L’appuntamento è per sabato 8 giugno, dalle ore 16.00 alle ore 20.00 nel Teatro Fusco.

Tra le iniziative collaterali, da non perdere due mostre in programma fino al 9 giugno nella Galleria Comunale curate da Puglia Rock. La prima, “Wonderwall-An Exhibition about Oasis”, tiene insime scatti di Henry Ruggeri, fotografo di Virgin Radio, con memorabilia e souvenir riguardanti la band inglese di Liam Gallagher. La seconda, “Rocks and Shots”, comprende altre foto dello stesso su altri nomi del rock, dai Ramones ai Foo Fighters, passando per Springsteen, Rolling Stones e molti altri.

Buona Musica!

Chiara Rosato