LECCE – Torna Open Dance, il cantiere della nuova danza, la storica rassegna di Koreja interamente dedicata al teatro-danza e alla danza contemporanea che, dalla scorsa stagione, è un unicum con il progetto Strade Maestre.

Atteso ritorno a Lecce per la Compagnia Equilibrio Dinamico. Dopo l’anteprima a Bari e il debutto nazionale nell’ambito di Civitanova Danza, dove lo spettacolo è stato accolto dal pubblico e dalla critica in maniera entusiasmante, sabato 9 novembre, in collaborazione col Teatro PubblicoPugliese, arriva a Koreja SUITE ESCAPE – fuga dal passo a due, di Riccardo Buscarini. SUITE ESCAPE parte dall’analisi di famosi pas de deux, gran finale di ogni balletto classico. La trama è canonica: incontro, innamoramento, unione o finale tragico. Il lavoro pone al centro dell’attenzione non le singole trame, ma il genere stesso del pas de deux e il suo linguaggio coreografico.

“Nella mia ricerca – racconta Riccardo Buscarini, coreografo e regista – è centrale la questione dell’equilibrio, del controllo e del sostegno dati o ricevuti dal protagonista maschile o da quello femminile. La riscrittura del pas de deux in Suite Escape avviene in primis in termini fisici. Il dare e ricevere peso, all’altro o allo spazio, in un continuo gioco tra asse e fuori asse crea una dicotomia fra equilibrio e destabilizzazione che propone una riflessione sulla fiducia. L’illusione della leggerezza del partnering classico, si trasforma in Suite Escape in un lignaggio di “voli in caduta”, che porta l’interprete alla separazione da chi offre un sostegno ma anche, in qualche modo, rappresenta un ostacolo. Si indaga quindi sulla fuga e sul vuoto generato dall’assenza, un volume che può essere colmato dal desiderio o uno spazio potenziale in cui riconfigurare la propria indipendenza. Il modello passato si manifesta tramite la riconoscibilità coreografica e musicale, ma anche qui lo si scavalca. Il pianoforte riporta alla classe di balletto e alla musica da camera, ma anche al sottofondo di un ristorante jazz, un luogo d’incontro – ed, inevitabilmente, di scontro – tra identità diverse.”

La serata si apre nel foyer di Koreja alle ore 20.45 con YOUNG HEARTS RUN FREE, la performance site specific ispirata a Romeo e Giulietta di W. Shakespeare con la coreografia di Roberta Ferrara. L’amore non è un bisogno, ma un traboccare. L’amore è un lusso. È abbondanza. Significa possedere così tanta vita che non sai più cosa farne, quindi la condividi. In questa partitura coreografica a sei corpi si vuole ‘cantare’ simultaneamente l’innocenza e l’incoscienza dei due più grandi amanti della tragedia: Romeo e Giulietta. Possiamo parlare all’infinito sulle loro probabili idee circa l’amore ma siamo disarmati se si parla del loro innamoramento.

Il vento che sposta i capelli, gli occhi che si cercano, i muscoli che si contraggono, la cura di ascoltare il tatto, i cambi repentini di umore, il sentirsi sollevati, l’odore che circola nell’aria che ci definisce. Fu allora lo sguardo a creare questo primo fremito?

EQUILIBRIO DINAMICO, fondata e diretta da Roberta Ferrara, nasce nel 2011 come compagnia giovanile per offrire nel Sud Italia un kontejner di concrete possibilità tra formazione e tirocinio per giovani danzatori. Dal 2014 la compagnia, con sede operativa su Bari, si apre alla collaborazione di un piano di produzione diretto da Vincenzo Losito. La mission della compagnia è da subito la volonta’ di un repertorio versatile, eclettico e trasversale con prime italiane a firma di coreografi e direttori di caratura internazionale. In breve tempo inizia ad attivarsi un network di interscambi tra Europa e Asia con il sostegno del circuito regionale di promozione Teatro Pubblico Pugliese e degli Istituti Italiani di Cultura di Colonia, Messico, New York e Atene. Al lavoro di produzione e networking, Equilibrio Dinamico promuove parallelamente il progetto Educational Ensemble per la divulgazione e il perfezionamento della danza contemporanea con l’ausilio di ospiti internazionali. Punto di forza è la qualità dei danzatori e la versatilità della compagnia accompagnata da una certosina scrittura coreografica e da un processo temporale sempre attento alla sperimentazione e al nuovo;. Dal 2014 a tutt’oggi il repertorio della compagnia è programmato all’interno di teatri e Festival internazionali in Italia, USA, Cina, Messico, Singapore, Belgio, Germania, Grecia, Albania, India, Giappone, Spagna, Brasile con ottimo successo di critica e pubblico.

L’appuntamento rientra in STRADE MAESTRE 2019-2020, il progetto di Koreja realizzato con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, – FSC Fondo per la Coesione 2014-2020, Unione Europea, Regione Puglia Assessorato Industria Turistica e Culturale, PiiiL Cultura – Comune di Lecce; Teatro Pubblico Pugliese consorzio Regionale per le arti e la cultura. Partner Provincia e Polo Biblio Museale di Lecce. Con il contributo di Adisu Puglia.

Intero € 15 – Ridotto (under 30 e over 60) € 8 – Ridotto (under 16) € 6

Ridotto Adisu studenti Università del Salento, Conservatorio Tito Schipa e Accademia di Belle Arti Lecce € 4

Ridotto Online vivaticket.it € 11

Ridotto Soci Coop, Feltrinelli, Fai, Arci € 13