SQUINZANO (LECCE) –  Con tutta l’Italia in zona rossa a causa della pandemia le difficoltà, sia nei grandi che nei piccoli centri, si sono moltiplicate contribuendo a complicare ulteriormente il periodo di quarantena. Ciò nonostante, di pari passo, sono aumentati anche gli sforzi per far fronte alla situazione di emergenza.

Nel momento in cui tutti gli aspetti della nostra quotidianità sono stati alterati dalla diffusione del Coronavirus lo spirito di solidarietà e le iniziative di volontariato di numerose associazioni si sono attivate per essere di supporto al duro lavoro che svolge la Protezione Civile su tutto il territorio nazionale. Così anche nella comunità di Squinzano alcune associazioni presenti sul territorio hanno deciso di muoversi in tal senso.

L’associazione SBIC di Squinzano – Squinzano Bene in Comune , ha deciso di mettersi in moto con l’acquisto di 200 mascherine. Un numero che, si spera, andrà via via crescendo grazie alla collaborazione e al contributo di altre associazioni o di singoli cittadini che hanno la possibilità e gradiscono unirsi all’iniziativa.

L’augurio è che in settimana si facciano avanti associazioni e singoli per aderire e dare supporto a questa iniziativa come in concreto ha fatto Claudio Vecchio titolare dei Magazzini Ve.Ma.

L’Associazione Cambiamenti, con un’opera di volantinaggio in tutta Squinzano, ha informato la cittadinanza di tutte quelle attività a sostegno della lotta al coronavirus facenti capo alla Protezione Civile locale.

Anche La Bustaia officina ortopedica, un’importante attività locale, ha donato all’Amministrazione mille mascherine da distribuire ai cittadini che ne hanno fatto richiesta tramite la Protezione Civile.

Il fermento in paese è palpabile, chi può cerca di essere d’aiuto nel pieno rispetto delle prescrizioni governative e regionali.