LECCE – Di seguito l’elenco dei restanti 75 indagati nell’ambito dell’operazione “Metallo”, condotta dai finanzieri della Tenenza di Maglie e del comando provinciale di Lecce, coordinati dal pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, Valeria Farina Valaori.

Si tratta dei soggetti conferitori individuati nel corso delle indagini dalle fiamme gialle leccesi, non iscritti all’Albo dei gestori ambientali, dunque abusivi, indagati dalla procura leccese con l’accusa di attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

Tra gli indagati figurano: Costantino Pagliara, 55enne di Campi Salentina, Massimiliano Bertuzzi, 38enne di Aradeo, Seddik Daanoune, 39enne marocchino residente a Santa Cesarea Terme, Alfonso Rocco Felline, 47enne di Parabita, Salvatore Bevilacqua, 53enne di Martano, Antonio Romano, 38enne di Tricase, Rocco Caraccio, 42enne di Seclì, Said El Azrak, 38enne residente a Supersano, Gianluca Manzo, 40enne di Castrignano de’ Greci, Rocco Bevilacqua, 32enne di Martano, Rocco Bevilacqua, 28enne di Martano, Antonio Orsi, 52enne di Ruffano, Ugo Calzolaro, 57enne di Matino, Stefano Caraccio, 32enne di Casarano, Stefano Caraccio, 51enne di Casarano, Rocco Caraccio, 38enne di Galatone, Ottavio Garacci, 43enne di Uggiano la Chiesa, Luigi De Matteis, 73enne di Miggiano.

E poi ancora: Alfredo Dolce, 56enne di Galatone, Riccardo Tundo, 39enne di Neviano, Roberto Occhineri, 47enne di Campi Salentina, Luigi Romano, 68enne di Montesano Salentino, Cosimino Bevilacqua, 48enne di Martano, Davide Cancelli, 42enne di Otranto, Roberto Caraccio, 44enne di Galatone, Antonio Caraccio, 39enne di Matino, Sandro De Filippis, 57enne di Campi Salentina, Giovanni Garacci, 41enne di Castrignano de’ Greci, Luigi Capraro, 55enne di Castro, Massimo Perrone, 52enne di Cutrofiano, Luigi Russo, 46enne di Galatone, Stefano Baglivo, 43enne di Collepasso, Giovanni Carcagnì, 36enne di Spongano, Giuseppe Caraccio, 54enne di Tricase, Stefano Cataldo, 31enne di Tuglie, Giuseppe Dolce, 47enne di Galatone, Antonio Bevilacqua, 43enne di Cerfignano, Oronzo D’Amato, 46enne di Torre Santa Susanna, Rocco Rinaldo, 38enne di Poggiardo, Cosimo Russo, 67enne di Sanarica, Luigi Dolce, 49enne di Galatone, Francesco Formoso, 44enne di Presicce.

Infine: Giovanni Dolce, 28enne di Galatone, Luca Martina, 42enne di Spongano, Antonio William Masciullo, 55enne di Cutrofiano, Biagino Cataldo, 36enne di Tuglie, Cosimo Andante, 59enne di Casarano, Pasquale Storino, 41enne di Seclì, Giuseppe Manco, 41enne di Tuglie, Adi Stelian Ionita, 39enne residente a Tricase, Pasquale Storino, 43enne di Seclì, Giuseppe Storino, 43enne di Seclì, Vincenzo D’Amato, 49enne di Martano, Agostino Carcagnì, 56enne di Spongano, Marcello Caltabiano, 53enne residente a Collepasso, Salvatore Vitali, 42enne di Matino, Vincenzo Guerrieri, 50enne di Campi Salentina, Santo De Matteis, 51enne di Cavallino, Sergio Delle Donne, 48enne di Galatone, Maria Caracciolo, 58enne di Galatone, Domenico Parisi, 62enne di Nardò, Amleto Piccinno, 48enne di Galatone, Ivan Loscanna, 31enne di Campi Salentina, Edi Martina, 49enne di Novoli, Francesco Rizzo, 34enne di Tricase, Gianfranco Brescia, 40enne di Novoli, Fabio Scalinci, 44enne di Squinzano, Massimiliano De Matteis, 43enne di Poggiardo, Luciano Santoro, 65enne di Giurdignano, Luigi De Marco, 50enne di Campi Salentina, Alfredo Garracci, 83enne di Castrignano de’ Greci, Rocco Storino, 29enne di Galatone, Luigi Micca, 39enne di Nardò, Antonio Valentino, 39enne di Casarano.

Gli indagati sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati Fabio Ruberto, Luca Puce, Dario Paiano e Cristiano Solinas.