All-focus

LECCE – Presentata questa mattina in conferenza stampa la stagione di prosa 2019-2020. Con una accurata di selezione dei titoli in programma, approvata dal Comune di Lecce insieme a Teatro Pubblico Pugliese, inizia il prossimo 11 dicembre la nuova stagione di prosa del teatro Apollo.

Apertura dedicata a Molière con la messa in scena de La scuola delle mogli con la lettura contemporanea di Arturo Cirillo, prodotta da Marche teatro – Teatro dell’Elfo – Teatro Stabile di Napoli, la traduzione di Cesare Garboli.

Il 6 gennaio, con la tipica verve partenopea, appuntamento con Miseria e nobiltà, di Eduardo Scarpetta, nella regia di Luciano Melchionna e l’interpretazione di Lello Arena perfetto erede di quella maschera che appartenne ad Eduardo.

Con la grande firma registica di Andrei Konchalovsky andrà in scena il prossimo 15 gennaio Amadeus, dramma intorno alla storia di Mozart e sul presunto tentativo del compositore italiano Antonio Salieri di distruggere la sua reputazione, con Geppy e Lorenzo Gleijeses. Quest’opera di Konchalovsky arriva a Lecce nell’anno in cui l’autore ha presentato il peccato – il furore di Michelangelo come evento di chiusura della festa del cinema di Roma.

Gigio Alberti, Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Valeria Angelozzi sono invece gli interpreti il 30 gennaio di Anfitrione, vicenda drammaturgica che, affinandosi, ha attraversato i secoli fino ai giorni nostri. Un arrembante politico, un dilettante populista che, con la sua esordiente formazione politica, ha appena sbaragliato gli avversari con un sorprendente e inatteso plebiscito.

Due spettacoli, il 3 e 4 febbraio, dedicati a Mine Vaganti, l’adattamento di uno dei capolavori cinematografici girato e ambientato proprio a Lecce, con le sue rivelazioni e il mondo famigliare pieno di contraddizioni, perbenismi, segreti e bugie. Ferzan Ozpetek dirige Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Muselli, Giorgio Marchesi.

Il 23 febbraio, Un Tram che si chiama desiderio, di Tennessee Williams, ambientato nella New Orleans degli anni ’40, con l’interpretazione di Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci. Omosessualità, disagio mentale, famiglia come luogo di disorientamento e ipocrisia sono le tematiche che caratterizzato questo capolavoro teatrale.

Divertimento assicurato ed emozione il 4 marzo con un altro riferimento nella storia del cinema italiano, I soliti ignoti, tratto dalla sceneggiatura di Mario Moniceli, Suso Checchi D’Amico, Age&Scarpelli, qui interpretato da Vinicio Marchioni – che firma anche la regia-  e Giuseppe Zeno, nell’adattamento teatrale di Antonio Grosso e Pier Paolo Piciarelli. Le gesta maldestre ed esilaranti di un gruppo di ladri improvvisati sbarcano sulle scene rituffandoci nell’Italia povera ma vitale del secondo dopoguerra.

Il 19 marzo Michele Serra racconterà di sé e del mestiere fragile e faticoso dello scrittore in L’amaca di domani, considerazioni in pubblico alla presenza di una mucca cercando di dipanare la matassa delle proprie debolezze e delle proprie manie. Le parole, con le loro seduzioni e le loro trappole, sono le protagoniste di questo racconto teatrale comico e sentimentale, impudico e coinvolgente sulla carriera del giornalista e scrittore.

Il 20 aprile Alessandra Pizzi, leccese d’adozione, dirige Enrico Lo Verso in Apologia di Socrate, dall’opera di Platone, riduzione drammaturgica rispetta l’originalità del testo platonico, il testo vuole raccontare una vicenda umana, che è quella di molti: di chi ogni giorno è soggetto al giudizio e allo scherno della folla, perché “diverso”, e di chi sotto il peso di un’accusa infamante errata ha perso la vita.

Attività collaterali di promozione del pubblico sui temi della stagione in collaborazione con il Dams Università del Salento e incontri di presentazione e conversazioni negli Istituti secondari di secondo grado della città.

Particolari forme di agevolazioni in biglietteria per Under 30, agli studenti e agli studenti universitari beneficiari ADISU (risultati idonei) che potranno accedere a Lecce così come agli spettacoli programmati nei teatri del Circuito del Teatro Pubblico Pugliese al prezzo ridottissimo di 5 euro

Per i più piccoli e le famiglie sostegno alla visione degli spettacoli con l’iniziativa PORTA I BIMBI CON TE A TEATRO laboratori e letture rivolti ai bambini a partire dai 6 anni nelle sale teatrali per tutta la durata degli spettacoli del 6 gennaio, 23 febbraio e 20 aprile. Servizio gratuito con prenotazione obbligatoria.

Info: www.comune.lecce.it;  www.teatropubblicopugliese.it