LECCE – L’agenzia Orione, in accordo con l’assessorato alla Cultura del Comune di Lecce, ha deciso di applicare per la mostra “Il Paese dei Balocchi”, in corso di svolgimento ai Teatini, l’equivalente dell’antica pratica filantropica del “caffè sospeso”, tradizione napoletana che consente di bere un caffè espresso al bar grazie alla generosità di qualcun altro.

A partire da domenica 22 dicembre e fino al finissage del 31 marzo, chiunque potrà acquistare alla biglietteria un ticket per un successivo visitatore sconosciuto. «Un gesto di generosità – spiegano i curatori – e, al contempo, un invito affinché ognuno operi in prima persona per far avvicinare altri alla cultura, trasformando un’esperienza intima in una necessità importante, significativa e coinvolgente di condivisione e inclusione. Come il “caffè sospeso”, tradizione napoletana diffusa nel mondo che diviene pratica quotidiana in cui tutta una comunità si riconosce, anche il “biglietto sospeso” si propone come qualcosa di più di un biglietto offerto: procura e rafforza un senso di appartenenza, sottolinea l’importanza della cultura nella vita di ognuno di noi e incoraggia, infine, gesti semplici e quotidiani di gentilezza reciproca».

L’agenzia Orione sarà la prima a concorrere all’iniziativa: da domenica 22 dicembre fino a mercoledì 25 dicembre, 10 biglietti sospesi al giorno saranno donati ai bambini che frequentano i centri diurni e le case famiglia, facendone richiesta in biglietteria.

Domenica 22 dicembre, inoltre, sarà l’ultimo giorno di presenza a Lecce per l’antiquario bolognese Maurizio Marzadori, proprietario dell’omonima collezione, esposta per un terzo ai Teatini. Alle 17, terrà una visita guidata sui giocattoli vintage e gli arredi di design, gratuita per gli utenti che avranno acquistato il biglietto per vedere la mostra a quell’ora o che hanno conservato quello acquistato nei giorni scorsi. Un momento di approfondimento per scoprire con chi l’ha materialmente messa insieme, pezzo dopo pezzo, com’è nata la collezione, quali aneddoti sono ad essa legati e cosa raccontano i vari pezzi.

Curata da Luigi Orione Amato e Raffaela Zizzari, realizzata dal Comune di Lecce – Assessorato alla Cultura ed alla Valorizzazione dei Beni Culturali e prodotta dalla società Orione di Maglie, la mostra – che, in precedenza, è stata ospitata al Moma di New York, alla Triennale di Milano e alla Salaborsa di Bologna – include mobili e camere di bambini, arredi scolastici, giochi di legno, realizzati da grandi artisti e designer ma anche da autori sconosciuti che hanno attinto, con la propria creatività, alla cultura e alla moda del loro tempo per realizzazioni destinate a un mercato sia popolare che lussuoso.

Biglietti

Intero 5 euro; Ridotto 3 euro (4-14 anni, oltre 65 anni, scolaresche, diversamente abili e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità). Gratuito per minori fino a 3 anni, guide turistiche con patentino e con gruppo, disabili, giornalisti accreditati.

La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura dell’ex Convento dei Teatini.

Orari di apertura

– Dal 13 dicembre al 6 gennaio

tutti i giorni 10-13; 16-21

Con aperture straordinarie per i laboratori didattici

– Dal 7 gennaio al 31 marzo

sabato e domenica, festivi e prefestivi 10-13; 16-21

Aperture straordinarie su prenotazione: ogni 20 bambini paganti,1 entra gratis

Info e prenotazioni: 388 7878158, info@orione.biz

https://www.facebook.com/paesebalocchilecce