SOLETO – Nella RSA dove ieri abbiamo dato in anteprima i due nuovi casi di operatori sanitari positivi al SARS-CoV-2 si è infettata un’altra anziana ospite (un nuovo caso che anticipiamo anche oggi è che sarà inserito nel bollettino epidemiologico di domani). L’esito di questo ultimo tampone (comunicato oggi 5 giugno 2020, dopo i due casi di ieri) viene definito “indeterminato”, però secondo il protocollo Asl viene inserito tra i positivi. In quest’altra RSA il virus è entrato attraverso una signora che era negativa dopo 4 tamponi: era un’ex ospite della “Fontanella”, ma al quinto tampone, mentre era in quarantena ed era già ricoverata nella nuova struttura dello stesso paese, si è scoperto che era positiva (qualcuno sospetta che si tratti dell’ennesimo caso di “ripositivizzazione”). Dopo la prima signora contagiata, si sono infettati altri due operatori sanitari che si prendevano cura di quest’ultima.

Al SISP dell’Asl leccese tutti si domandano come abbia fatto la seconda ospite a infettarsi. È anche vero che il tampone non dà una positività al cento per cento, ma il protocollo impone di considerarla nuova positiva con i risultati che sono emersi. Sono scattate le verifiche di tutti i contatti.
Oggi ci sono state anche le buone notizie: sono stati tanti i tamponi con esiti negativi sugli ospiti della struttura. Ora tutti sono con il fiato sospeso in attesa degli altri risultati. I quattro positivi stanno tutti bene e sono asintomatici.