CORSANO (Lecce) – Trovato addormentato in auto al centro della strada e coi vestiti sporchi di sangue, si è scagliato contro i carabinieri e gli operatori del 118 nel frattempo intervenuti ed è finito in manette. Si tratta di un giovane di Gagliano del Capo, il 23enne Daniele Marino, arrestato poco prima dell’alba di oggi con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Tutto ha avuto inizio attorno alle 4 a Corsano, quando una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Tricase, di ritorno da un intervento su un sinistro stradale, si sono imbattuti in una Fiat 600, ferma al centro della strada, con all’interno il 23enne che dormiva.

All’arrivo dei soccorritori, tuttavia, il giovane si sarebbe scagliato sia contro un operatore del 118 sia contro uno dei carabinieri presenti, senza un apparente motivo. I due malcapitati, trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Tricase, sono stati medicati e giudicati guaribili in pochi giorni, a causa di lievi escoriazioni e contusioni.

Marino, invece, fermato non senza difficoltà dai militari, è stato tratto in arresto e ristretto agli arresti domiciliari. I carabinieri, intanto, hanno avviato accertamenti e verifiche per stabilire la provenienza del sangue trovato sui vestiti del giovane.