SALENTO – Ventiquattro lavoratori in nero, tre lavoratori irregolari e quattordici verbali per altrettanti datori di lavoro. È il bilancio dei controlli eseguiti, nei giorni 30 e 31 gennaio, dai finanzieri di Lecce in tutto il territorio di competenza, finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno del lavoro “nero” ed “irregolare”.

Gli accertamenti delle fiamme gialle sono stati eseguiti dalle le varie compagnie presenti sul territorio – dai confini col Brindisino sino a Santa Maria di Leuca – e hanno interessato prevalentemente cantieri edili e panifici, per un totale di 39 ispezioni, durante le quali sono emerse irregolarità in tutti i casi .

In particolare, i militari hanno scoperto all’opera 24 lavoratori in nero e 3 lavoratori risultati irregolari, costati per i rispettivi datori di lavoro il verbale per avere impiegato – per l’appunto – lavoratori in nero o irregolari.

Per un panificio ed un bar situati nella zona di Casarano, inoltre, i finanzieri hanno inoltrato la proposta di sospensione dell’attività alla Direzione provinciale: oltre il 20 percento del personale impiegato, infatti, risultava in nero.

Ulteriori indagini sono in corso nei confronti di ventitré datori di lavoro, la cui posizione è ora al vaglio degli inquirenti.